P.O.F.

Piano dell'Offerta Formativa a.s. 2015/16


 

Riferimento normativo

 

DPR 275/1999 Regolamento di autonomia delle istituzioni scolastiche

 

Art. 3 “Il Piano è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia”

 

Breve storia dell’Istituto

 

Anticipare il futuro.  Questa, in sintesi, è la formula che ha caratterizzato, nel corso degli ultimi cinquant'anni, il metodo d'insegnamento dell'Istituto Europeo Leopardi.

 

Fondato nel 1947, l'Istituto si è subito qualificato come scuola privata di ottimo livello e punto di riferimento per le proposte educative che rispondevano e anticipavano le esigenze di una cultura moderna.

 

Per alcuni anni la sede dell'Istituto è stata presso l'edificio adiacente alla Basilica di Sant'Ambrogio, e la scuola si è dedicata ai corsi di recupero anni per gli studenti in difficoltà nella scuola dell'obbligo, contribuendo così ad una riduzione dell'annoso problema della dispersione scolastica.

 

Negli anni Sessanta l'Istituto avvia i corsi di studio di scuola superiore: ragioneria, e liceo linguistico. Nello stesso periodo si preparano i programmi per lo sviluppo della nuova scuola elementare e per il riconoscimento legale.

 

Scuola Media,  Ragioneria,  Liceo Linguistico  divengono nei primi anni Settanta corsi principali per offrire un servizio scolastico formativo di qualità, sia dal punto di vista educativo che di preparazione.

 

Negli anni Ottanta si completa la proposta didattica. L'istituto inizia l'elaborazione di progetti innovativi per rendere l'offerta educativa sempre più rispondente alle esigenze di una società in continua e rapida evoluzione. Nasce così la  Scuola Elementare Bilingue italiano-inglese  rimanendo conforme ai programmi della scuola italiana, unica nel suo genere, che  ottiene  il riconoscimento  ministeriale  della  parifica.

La scuola diviene  sede d'esame  e  tutti  i corsi  sono  legalmente  riconosciuti.

 

A partire dal 1990 l'Istituto, in anticipo sui tempi, rinnova in chiave europea alcuni progetti formativi e avvia l'introduzione della  Scuola Media Multilingue (due lingue straniere) e del  Liceo Europeo Linguistico,  che è andato gradualmente a sostituire il liceo linguistico tradizionale. Nel 1997 viene istituito il Liceo Scientifico che conferma il successo di un metodo nell’educazione didattica liceale, al quale si aggiunge il Liceo delle Scienze Umane in sede distaccata.

 

Nel dicembre 2000 per la scuola media inferiore e superiore e, nel gennaio 2001, per la scuola elementare, il Ministero ha riconosciuto a tutti i nostri corsi la qualifica di paritari.

 

Al termine dell’anno scolastico 2002/2003 l’Istituto Leopardi ha ottenuto, per tutti i suoi

corsi, la Certificazione di Qualità ISO 9001 / UNI EN ISO 9001 – Ed. 2000.


Certificazione di Qualità

 

 

Il nostro Istituto ha voluto distinguersi anche in questo campo inserendosi nel ristretto numero di scuole che per prime hanno potuto vantare questo riconoscimento che rappresenta, altresì, un ulteriore canale d'accesso ai programmi europei ed all’accreditamento regionale.

la certificazione di qualità offre una garanzia in più di ottimizzazione del servizio all'utente, cioè allo studente e alle famiglie e spinge tutti gli operatori della scuola a ricercare un miglioramento nel servizio offerto.

L'ottenimento, nel luglio del 2003, della Certificazione di Qualità ISO 9001/UNI EN ISO 9001 - Ed. 2000 “per l’erogazione di servizi di istruzione scolastica elementare, media e superiore”, rilasciato dall’ente certificatore SGS - SINCERT, è frutto dell’impegno di numerosi docenti e delle presidenze che, suddivisi in gruppi, si sono alternati nella frequenza di corsi preparatori ed hanno collaborato alla stesura delle diverse “procedure di qualità" relative ai vari ambiti e servizi che permetteranno una puntuale verifica ed autocorrezione, a garanzia della qualità offerta.

Il documento base, in cui viene presentata la Politica della Qualità del nostro Istituto, qui sotto riportata, e viene descritto il Sistema di gestione per la Qualità, è il Manuale della Qualità, un documento che inquadra l’insieme delle attività svolte e nel quale sono definite l’organizzazione e le aree nell’ambito delle quali si applica il Sistema di gestione della Qualità.

Il Manuale della Qualità è a disposizione di tutto il personale, ma è anche visionabile, a richiesta, dalle famiglie.

  

POLITICA PER LA QUALITA

 

L’Istituto Leopardi interpreta la Qualità come strumento utile per sviluppare strategie globali attraverso un costante contributo innovativo di idee e programmi; in tale contesto mira a migliorare le proprie prestazioni ponendosi traguardi sempre più ambiziosi in termini di Qualità, servizio, rilievo sociale, il tutto nel rispetto del fine generale del sistema scolastico Italiano:

 

IL CONSEGUIMENTO DELLO SVILUPPO ARMONICO DELLA PERSONALITA’ DELLO STUDENTE

  

La Politica della Qualità dell’Istituto Leopardi è suddivisa in tre punti:

·         obiettivi

·         strumenti operativi

·         strumenti di controllo

 

 OBIETTIVI

 

L’Istituto Leopardi intende essere, per gli studenti, per le loro famiglie e per tutte le parti interessate, un punto di riferimento qualificato per l’individuazione dei bisogni formativi in funzione dell’evoluzione del mercato e per la conseguente attuazione delle attività didattiche. Per conseguire tali finalità la gestione delle attività dell’Istituto viene attuata applicando il Sistema di Gestione per la Qualità.

Il Sistema si realizza con azioni organizzative e tecniche, applicate in modo sistematico, pianificato e documentato, aventi i seguenti obiettivi:

·      ottenere la soddisfazione del cliente attraverso il monitoraggio costante del servizio offerto, rilevato mediante appositi moduli di valutazione;

·      ottimizzare il binomio costi-benefici per operare competitivamente sul mercato;

·      realizzare servizi di formazione caratterizzati da:

-       disponibilità di aiuto agli studenti, attraverso la costruzione di un rapporto personale

-       introduzione e mantenimento di stimoli orientati verso obiettivi dinamici di miglioramento del servizio

-       attenzione agli aspetti sociali;

·      conduzione del processo formativo nel rispetto dei regolamenti emessi dagli Organi superiori.

 Strumenti operativi

Allo scopo di raggiungere gli obiettivi prefissati vengono adottate misure atte a:

·         razionalizzare la modalità di erogazione del servizio e il flusso delle informazioni, con particolare attenzione all’aggiornamento dei docenti di prima nomina;

·         pianificare particolarmente le seguenti attività:

individuazione dei bisogni formativi, progettazione dell’intervento, reperimento risorse (interne ed esterne), miglioramento e/o riprogettazione;

·         motivare e sensibilizzare il personale in merito a:

obiettivi di qualità dell’Istituto, rispetto dei ruoli assegnati, rispetto delle procedure e istruzioni di lavoro, applicazione delle prescrizioni dell’Assicurazione Qualità.

  

Strumenti di controllo

L’Assicuratore della Qualità, allo scopo di verificare l’efficacia del sistema medesimo, dispone dei seguenti sistemi di controllo:

·         verifiche ispettive interne sul sistema e sulle modalità di erogazione del servizio;

·         verifiche ispettive esterne da parte dell’Ente di Certificazione e/o da Enti autorizzati su sistemi e processi.

·         Monitoraggio dei processi attraverso l’analisi degli indicatori.


  

CHI SIAMO

 

Siamo una scuola non statale paritaria laica ad indirizzo cattolico con lunga tradizione nell’attività educativa e formativa dei giovani nel loro completo iter scolastico. Una scuola aperta all’innovazione, pur ancorata ad una forte tradizione culturale, attenta ai problemi di ognuno, pronta all’ascolto, basata sul dialogo. Una scuola che si fonda sui principi di: libertà di insegnamento, primato della persona, solidarietà, senso civico e sociale, trasmissione di competenze adeguate alle richieste della società di oggi.

 

 

COSA OFFRIAMO

 

Una valida formazione umana, civica e culturale attraverso:

·      organizzazione e acquisizione di un corretto metodo di studio

·      una programmazione didattica che permette di raggiungere buoni livelli di preparazione

·      percorsi didattici strutturati in modo anche personalizzato che mettono ogni studente nelle condizioni di poter raggiungere il livello di preparazione richiesto

·      iniziative finalizzate alla conoscenza di sé e al rispetto degli altri

·      attenzione alle problematiche delle diverse età attivando iniziative di aiuto alla loro soluzione

·      attività extracurricolari tendenti ad un approfondimento culturale e all’acquisizione della capacità di orientarsi per le scelte successive ad ogni ciclo di studi.

 

 

IN COSA CI DIFFERENZIAMO

 

·      Nell’offerta di un ambiente in cui lo studente si senta a suo agio, soprattutto nei momenti di difficoltà, nella consapevolezza che non sarà lasciato solo alla ricerca di una soluzione, ma troverà al suo fianco i suoi insegnanti disponibili ad essergli guida ed incoraggiamento.

·      Per il maggior approfondimento delle Lingue Straniere attraverso un aumento delle ore curricolari.

·      Uso dell’iPad a partire dalla Scuola Secondaria di 1° grado.

 

  

Collocazione nel territorio

 

        L’Istituto ha la sede principale “storica” nel centro di Milano, in zona 1, in Via Carroccio 9

 

 ed è ben servito dai mezzi pubblici:

·        metropolitana (linea 2 - fermata S.Ambrogio)

·        autobus (n.: 50, 54, 58, 59, 70 ,74, 94)

·        tram (n.: 1, 2, 3, 9, 14, 19, 24, 29, 30)

·        stazione Ferrovie Nord

·         

In questa sede sono presenti diversi ordini di studi:

- Liceo Linguistico Europeo (giuridico-economico e linguistico moderno)

- Istituto Tecnico Economico

- Liceo delle Scienze Umane

Inoltre l’Istituto dispone, sempre in Milano, di una sede staccata (in prossimità della sede principale):

 

·        in Via Arena 13: sede di

     Scuola dell’Infanzia

-     Scuola Primaria 

-     Scuola Secondaria di Primo Grado

-     Liceo Scientifico e Liceo Scientifico a indirizzo Sportivo

 

 

 

SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO

 

 

 

 

 

La Scuola Secondaria di 1° Grado svolge un ruolo determinante nella formazione dei giovani. Ha il delicato compito di trasformare l’ancora bambino che esce dalla Scuola Primaria in un adolescente più consapevole e preparato a completare la propria formazione nella Scuola Superiore.

 

 

 

 

La nostra scuola si avvale di un corpo docente stabile e motivato. Gli insegnanti, in questi anni, hanno contribuito notevolmente a sviluppare e aggiornare le proposte formative del nostro Istituto, partecipando in prima persona alla stesura del progetto educativo della scuola nei suoi obiettivi fondamentali.

 

 

 

 

 

Un’azione didattica mirata, che tiene conto delle necessità e delle caratteristiche di ciascun alunno, unita ad una giusta collaborazione con le famiglie, permette di conseguire, nell’arco dei tre anni, fondamentali obiettivi per uno sviluppo globale dell’alunno sotto tutti i profili:

 

 

 

 

CRESCITA INDIVIDUALE:

 

·         conoscenza di sé attraverso l’abitudine alla riflessione

·         acquisizione di un comportamento consapevole e corretto

·         capacità di autonomia nell’operare scelte personali e nell’assumere atteggiamenti responsabili


 

 

SOCIALIZZAZIONE:

 

·         valorizzazione degli altri

·         rispetto del prossimo, delle idee  e delle cose altrui

·         graduale acquisizione della capacità di collaborazione reciproca

 

 

MATURAZIONE DI UN CORRETTO METODO DI LAVORO:

 

·         acquisizione dell’abitudine all’ordine, al rispetto degli orari e delle norme che favoriscono il lavoro comune

·         corretto utilizzo dei materiali

·         mantenimento degli impegni assunti

·         elaborazione di un adeguato metodo di studio grazie ad un’azione didattica mirata

 

 

FORMAZIONE CULTURALE:

 

·         sviluppo, potenziamento e consolidamento delle capacità di concentrazione, di esposizione orale e scritta delle proprie idee

·         miglioramento delle capacità di analisi, di sintesi e di rielaborazione

·         sviluppo, potenziamento e consolidamento delle conoscenze e delle competenze

 

 

ORIENTAMENTO:

 

·         sviluppo della consapevolezza delle proprie capacità, dei propri interessi e delle proprie attitudini

·         osservazione e conoscenza delle prospettive future

·         elaborazione di un progetto concreto e responsabile, sia pure adeguato all’età

 


 

 

 

 

 

 

 


(comuni a tutte le sedi)

 

 

1.    Biblioteca

2.    Laboratorio di scienze, fisica e chimica

3.    Laboratori di informatica

4.    Aule multimediali

5.    Laboratorio linguistico-multimediale

6.    Videoteca

7.    Palestra interna

8.    Palestra esterna

9.    Refezione con cucina interna

10.   Sala medica

11.   Sito internet: www.istitutoleopardi.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 


1.   Preside

Fiorenzo Ianna

 

2.   Vice-Preside

Laura Maggi

 

3.   Insegnanti titolari n. 18

 

Materia

Classe 1a sez A

Classe 1a sez. B

Lettere

Silvia Borella

Daniela Brambilla

Scienze Matematiche

Elisabetta Vesco

Elisabetta Vesco

Inglese

Talboy E.-Napoli E.-Veronese R

Talboy E.-Napoli E.-Veronese R

Tecnologia e Informatica

Guia Righetti

Guia Righetti

Arte e Immagine

Marina Baggetti

Marina Baggetti

Musica

Raffaella Pierini

Raffaella Pierini

Scienze Motorie e Att. Sport

De Coppi Federico

Diego Aversa

Religione

Juan Pablo Mahè

Juan Pablo Mahè

Spagnolo

Alvarez Doreste Silvia

Alvarez Doreste Silvia

Tedesco

Monica Liebhardt

Monica Liebhardt

Francese

Vitali Laura

Vitali Laura

 

 

Materia

Classe 2a sez A

Classe 2a sez. B

Lettere

Silvia Borella

Giovanna Bentovoglio

Scienze Matematiche

Laura Maggi

Laura Maggi

Inglese

Talboy E.-Napoli E.-Veronese R

Talboy E.-Napoli E.-Veronese R

Tecnologia e Informatica

Guia Righetti

Guia Righetti

Arte e Immagine

Marina Baggetti

Guia Righetti

Musica

Raffaella Pierini

Raffaella Pierini

Scienze Motorie e Att. sport

De Coppi Federico

Diego Aversa

Religione

Juan Pablo Mahè

Juan Pablo Mahè

Spagnolo

Alvarez Doreste Silvia

Alvarez Doreste Silvia

Tedesco

Monica Liebhardt

Monica Liebhardt

Francese

Vitali Laura

Vitali Laura

 

 

Materia

Classe 3a sez. A

Lettere

Daniela Brambilla

Scienze Matematiche

Laura Maggi

Inglese

Antonella Barbieri e Elizabeth. Talboy

Tecnologia e Informatica

Guia Righetti

Arte e Immagine

Marina Baggetti

Musica

Raffaella Pierini

Scienze Motorie e Att. sport

De Coppi Federico

Religione

Juan Pablo Mahè

Spagnolo

Alvarez Doreste Silvia

Tedesco

Monica Liebhardt

Francese

Vitali Laura

 

 

 

 

4.   Coordinatori di Classe:

 

                                            Classe 1a A:         Silvia Borella

                    Classe 1a B:         Daniela Brambilla

 

                    Classe 2a A:         Silvia Borella

 

                                            Classe 2a B:         Giovanna Bentivoglio

                    Classe 3a B:         Laura Maggi

 

 

5.   Referenti delle seguenti attività:

 

Salute

L.Maggi -  G.Righetti - F.De Coppi

 

Orientamento

L.Maggi - S.Borella - D.Brambilla

 

Campus e Certificazione

A.Barbieri – S.Alvarez

 

Manifestazioni, Spettacoli e Gite

R.Pierini - G.Bentivoglio - S.Borella - D.Brambilla

M.Baggetti - G.Righetti

 

Open Day

G. Righetti - D.Brambilla - L.Maggi – S.Borella

 

Attività Sportive

F.De Coppi - D.Aversa

 

Solidarietà

J..P. Mahè

 

Giornalino

G.Righetti - M.Baggetti - S.Borella - D.Brambilla G.Bentivoglio

 


 

 

 

 

 

 

 

 

Strumentali

Servizi di supporto alla didattica

Centrale

Complementari

Servizi che completano e migliorano l’offerta formativa

Gestione iscrizioni

 

Attività Didattica

Refezione

Formazione classi

 

 

Uscite didattiche

Formazione orario

 

 

Gite e viaggi di istruzione

Amministrazione

 

 

Iniziative sportive

Registro elettronico

 

Accoglienza e

socializzazione

Manutenzione ambienti e materiali

 

Aggiornamento Docenti

Pulizia

 

 

Iniziative di sostegno

Portineria

 

 

Orientamento

Sicurezza

 

 

Biblioteca

 

 

 

Informazione alle famiglie

 

 

 

Trasporto alunni

 

 

 

Libri di testo

 

 

 

Stage all’estero nel corso dell’a.s.


 

CARATTERISTICHE DELL’ATTIVITÀ’ DIDATTICA

 

 

L’analisi e la valutazione approfondita di  esigenze sempre più sentite dalla nostra società - quali:

 

            conoscenza delle lingue straniere

            conoscenza dello strumento informatico

            sviluppo  delle capacità di collaborazione

            attenzione alla formazione fisica ed alla salute

            aspirazione a partecipare più consapevolmente alla vita sociale

 

ci hanno spinto, già da diversi anni, ad attuare una profonda revisione dell'impostazione della scuola secondaria di 1° grado.

 

 

Utilizzo della didattica digitale

iPad entra in classe

 

Da qualche anno la nostra scuola ha introdotto innovazioni didattiche con l'utilizzo di tecnologie informatiche all'avanguardia.

 

La “velocità” in tema di innovazione evidenzia sempre più la necessità di insegnare con una didattica aggiornata e vicina ai codici di comunicazione dei giovani utilizzando una strumentazione in linea con le più moderne tecnologie.

 

Dopo un intenso programma di aggiornamento dei docenti, necessario per  prepararsi adeguatamente al grande salto verso l'introduzione a pieno regime della didattica con strumentazione digitale, gli alunni e i docenti di tutte le classi sono dotati di Apple iPad, in modo da avviare l'uso di libri elettronici ed inaugurare una nuova stagione della didattica con tutti i vantaggi nella diversificazione dell'insegnamento e nel miglioramento dei livelli di apprendimento.

 

 

Abbiamo quindi  realizzato un progetto didattico moderno, che si basa sul Curricolo Verticale d’Istituto e che trova il suo completamento nell'offerta di più ampie e diversificate opportunità d'insegnamento, quali:

 

·         approfondire la conoscenza della lingua Inglese anche con gruppi di livello differenziato e conversation con insegnante di madrelingua;

·         iniziare lo studio di una seconda lingua scegliendo tra Francese, Spagnolo o Tedesco;

·         approfondire la conoscenza degli strumenti informatici e multimediali;

·         integrare la tradizionale azione didattica attraverso linguaggi e strumenti diversificati;

·         arricchire l'attività didattica dell'insegnante con una serie di attività di rielaborazione  collettiva ed individuale;

·         integrare e potenziare l'attività fisica;

·         concentrare l'attività scolastica  in cinque giorni riservando il Sabato all’approfondimento personale e alla vita familiare.

 

 

 

A partire dall’a.s. 2015/2016 si avrà la possibilità di scegliere tra due moduli orari: il primo di 30 ore settimanali e il secondo di 40 ore settimanali.

 

 

L'aumento delle ore curricolari per la Lingua Inglese,  per un totale di cinque ore settimanali, prevede, oltre allo svolgimento del programma ministeriale, un’ora settimanale di conversazione con insegnante madrelingua e due ore settimanali in cui i ragazzi, divisi per livelli di competenza, si dedicano allo sviluppo delle Communicative Skills (conversazione in lingua) e alla preparazione degli esami di certificazione europea riconosciuti dal British Council.

 

 

L’insegnamento della 2a Lingua Straniera si basa sulla capacità di comunicazione scritta e orale e sulla conoscenza di elementi di civiltà. E’ prevista la preparazione agli esami di certificazione linguistica presso centri riconosciuti.

 

L'insegnamento dell' Informatica, abbinato a Tecnologia, viene gestito in un moderno laboratorio attrezzato e prevede di abituare gli allievi al corretto uso dello strumento informatico e delle sue più diffuse applicazioni: Word, Excel, Internet...ecc. Proprio la possibilità di navigare in Internet ad alta velocità  rappresenta un’ulteriore fonte di conoscenze e di approfondimenti per attività pluridisciplinari.

 

 

Le attività connesse alla disciplina Cittadinanza e Costituzione coinvolgono trasversalmente tutti i docenti del Consiglio di Classe.

 

 

 

               L’Educazione Stradale, in particolare, viene svolta in collaborazione con la Polizia Municipale, che organizza incontri presso la scuola.

 

 

 

Le singole materie vengono insegnate con una didattica integrata con strumenti didattici quali la visione di filmati, programmi informatici, Internet, visite a musei, viaggi di istruzione, incontro con esperti, ecc.

 

 

L’indirizzo cattolico dell’Istituto prevede l’insegnamento della religione. La materia è tuttavia affrontata con un’impostazione laica e non confessionale per permettere la partecipazione anche a chi non sia cattolico. E’ comunque possibile richiedere l’esonero.

 

 

A chi intende proseguire gli studi in un ambito liceale viene data la possibilità di acquisire gli elementi fondamentali e basilari della Lingua Latina.

 

 

Nelle classi terze è prevista un’attività di  ORIENTAMENTO per la scelta della scuola secondaria di 2° grado che prevede:

 -  interventi di docenti e alunni della scuola superiore

 - incontri di orientamento in collaborazione con il CROSS (centro ricerche sull’orientamento scolastico dell’Università Cattolica di Milano).

 

 

Nelle classi 1e si tengono alcune lezioni introduttive alla Storia dell’Arte in lingua Inglese che, nelle classi 2e e 3e, verrà ulteriormente approfondita anche nelle terminologie specifiche della materia.

 

 

 

 


 

METODOLOGIA

          I docenti adottano metodi e strategie comuni, adattandoli alle specifiche discipline:

-     lezione frontale

-     lezione partecipata

-     attività multimediali

-     lavori di gruppo

-     attività in coppie d’aiuto

-     esercitazioni individuali in classe

          Gli strumenti utilizzati sono vari:

-     libri di testo digitali e cartacei

-     quotidiani e riviste

-     Lavagna interattiva multimediale (LIM) e PC.

 

CRITERI PER LA FORMULAZIONE DEI GIUDIZI

       Il Collegio dei docenti ha concordato degli orientamenti comuni per valutare i livelli di apprendimento, espressi tramite un voto che indica le conoscenze, le abilità e l’impegno dimostrati nell’ambito di una disciplina. Nella valutazione si terrà conto anche delle caratteristiche individuali dell’alunno e dei suoi miglioramenti nel tempo.

Nella Scuola Secondaria di 1° grado il voto minimo è 4.

 

VOTO

LIVELLO DI APPRENDIMENTO

4

Obiettivo non raggiunto.

 

5

Obiettivo raggiunto in modo parziale.

 

6

Obiettivo minimo raggiunto. 

 

7

Obiettivo raggiunto in modo superficiale.

 

8

Obiettivo complessivamente raggiunto.

 

9

Obiettivo raggiunto in modo adeguato.

 

10

Obiettivo pienamente raggiunto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ORARIO SCOLASTICO

 

L’anno scolastico è suddiviso in un trimestre che termina al 19 dicembre 2015 e in un pentamestre che termina al 8 giugno 2016.

 

 

Modulo da 40 ore:

L'orario si sviluppa in quaranta ore settimanali suddivise in cinque giorni dal Lunedì al Venerdì: al mattino dalle ore 8,15 alle 14,00 ed al pomeriggio dalle 14,50 alle 16,30.

 

 

Distribuzione settimanale delle lezioni:

 

Lingua Italiana                                                                                   8 ore

Storia, Ed.Civica e Geografia                                                           5 ore

Scienze Matematiche, Chimiche, Fisiche e Naturali                  8 ore

Lingua Inglese                                                                                   5 ore

2a Lingua Straniera: Francese, Tedesco o Spagnolo                 3 ore

Tecnologia e Informatica                                                                  2 ore

Arte e Immagine                                                                                 2 ore

Musica                                                                                                 2 ore

Religione                                                                                             1 ora

Scienze motorie                                                                                 2 ore

Attività sportiva                                                                                   2 ore

 

 

Modulo da 30 ore:

L'orario si sviluppa in trenta ore settimanali suddivise in cinque giorni dal Lunedì al Venerdì: al mattino dalle ore 8,15 alle 14,00.

 

 

Distribuzione settimanale delle lezioni:

 

Lingua Italiana                                                                                   6 ore

Storia, Ed.Civica e Geografia                                                           4 ore

Scienze Matematiche, Chimiche, Fisiche e Naturali                  6 ore

Lingua Inglese                                                                                   3 ore

2a Lingua Straniera: Francese, Tedesco o Spagnolo                 2 ore

Tecnologia e Informatica                                                                  2 ore

Arte e Immagine                                                                                 2 ore

Musica                                                                                                 2 ore

Religione                                                                                             1 ora

Scienze motorie                                                                                 2 ore

 

 

 

 

 

Calendario scolastico.

 

          Inizio delle lezioni.                                         12 settembre 2016

          Termine delle lezioni:                                     8 giugno 2017

          Inizio Esame di Licenza                               12 giugno 2017 (data prevista)

 

Non si terranno lezioni nei seguenti giorni:

 

          31 ottobre 2016                                                        ponte

          7 dicembre 2016                                                      Sant’Ambrogio

          8 dicembre 2016                                                      Immacolata Concezione

          9 dicembre 2016                                                      ponte               

          dal 23 dicembre 2016 al 8 gennaio 2017               Vacanze natalizie

          3 marzo 2017                                                            Carnevale Ambrosiano

          dal 13 al 18 aprile 2017                                          Vacanze pasquali

          24 aprile 2017                                                           ponte

          25 aprile 2017                                                           Anniversario Liberazione

          1 maggio 2017                                                          Festa del Lavoro

          2 giugno 2017                                                          Festa della Repubblica

 

 

 

 

SERVIZI DI SOSTEGNO ALL’ATTIVITÀ’ DIDATTICA

 

 

Servizio di refezione

 

L’Istituto è attrezzato con una propria cucina e garantisce una corretta ed equilibrata alimentazione.

 

 

Trasporto alunni

 

E’ organizzato un servizio di trasporto alunni, sia al mattino che al pomeriggio, con scuolabus.

 

 

Informazione alle Famiglie

 

I Consigli di Classe incontrano i genitori all’inizio dell’anno scolastico e in occasione delle valutazioni del primo trimestre e a metà del pentamestre .

 

Nel corso dell’anno scolastico viene organizzato un calendario di udienze dei singoli docenti cui i genitori possono accedere per meglio approfondire le eventuali problematiche sorte e per collaborare da un punto di vista formativo.

 

Informazioni relative all’andamento scolastico vengono comunicate alla famiglia quotidianamente attraverso il diario e il libretto scolastico, e il registro on-line

 

Il Preside è sempre disponibile ad incontri con i genitori per discutere temi sia relativi all’andamento scolastico sia relativi ad aspetti educativi anche per agevolare i genitori che, per problemi di lavoro, si trovano in difficoltà ad incontrare i docenti.

 

Libri di testo

 

Viene agevolato l’acquisto dei libri di testo, in formato cartaceo, da parte delle Famiglie attraverso il servizio svolto presso l’Istituto da un Rivenditore Autorizzato che raccoglie, nel mese di giugno, le prenotazioni di acquisto e consegna i testi alle Famiglie ai primi di settembre.

Le classi sono dotate di cassettiere in cui gli alunni possono lasciare buona parte del materiale scolastico onde evitare il continuo trasporto da casa a scuola.

 

 

 

PROGETTI  D’ISTITUTO

 

 

1)      Escursioni e viaggi d’istruzione

 

Un valido contributo all’azione formativa è fornito da:

 

·         visite didattiche in Milano e in altre città d’interesse artistico. Spesso gli studenti stessi vengono coinvolti in maniera attiva nella progettazione e nella realizzazione di queste uscite;

 

·         escursioni e gite di un’intera giornata. Sono scelte mete d’interesse naturalistico o storico-artistico. Per le classi Terze può essere previsto un viaggio di istruzione;

 

·         settimana bianca in occasione del Carnevale. L’Istituto organizza la settimana bianca per gli alunni delle tre classi; lo scopo di tale iniziativa è quello di offrire l’occasione di frequentare una scuola di sci e di favorire la loro socializzazione;

 

·         settimana di “Integration Programme” in un College inglese per le classi 1e e 2e per approfondire la lingua e la cultura anglosassone sul campo;

 

·         stages estivi all’estero. Nel periodo estivo (giugno-luglio) la scuola organizza soggiorni in alcuni paesi europei con lo scopo di approfondire le lingue straniere studiate;

 

 

 

2)         Progetti culturali e formativi

 

·         adesione a progetti proposti da vari enti (ASL, FAI, AMSA, ecc,) che operano nella Regione Lombardia. La finalità è sia quella di promuovere nel “cittadino in formazione” la conoscenza e l’uso consapevole del patrimonio culturale, sia quella di approfondire tematiche inerenti la salute e il benessere dei ragazzi;

 

·         iniziative di solidarietà d’Istituto. Gli alunni di tutte le classi organizzano il “Concerto di Natale” e partecipano alla raccolta di fondi ad esso associata da destinare a un ente benefico;

 

·         laboratorio musicale e di pratica strumentale. Gli alunni di tutta le classi organizzano il "Concerto di Natale" e il “Saggio di fine anno”;

 

·         giornalino della scuola secondaria di 1° grado “Il tempo delle medie”, disponibile anche on-line sul sito della scuola, raccoglie articoli, disegni, ecc. che testimoniano le attività più significative della vita scolastica.

 

·         Progetto CLIL: sperimentazione di insegnamento in lingua inglese di una disciplina o di singoli argomenti non linguistici;

 

·         corso di avviamento alla lingua latina nella classe terza.

 

 

3)      Iniziative sportive

 

Per educare i ragazzi ad una sana competizione e per valorizzare e potenziare le capacità motorie di ciascuno, vengono organizzate gare sportive durante le quali gli alunni possono confrontarsi anche con coetanei di altri istituti. Si prevedono tornei interni di calcio e pallavolo. Si propongono inoltre attività esterne per ampliare e diversificare l’esperienza ludico-motoria.

 

 

4)      Accoglienza e socializzazione

 

Si articola in più fasi:

·         Open day: ha come obiettivo quello di far conoscere l’offerta culturale, i servizi, le attività e la struttura della scuola.

·         Gradualità di applicazione dell’orario settimanale per facilitare l’inserimento degli alunni nelle attività scolastiche.

·         Organizzazione di una giornata all’aperto destinata alla socializzazione delle classi prime all’inizio dell’anno scolastico.

 

 

5)        Istruzione domiciliare

 

Nel caso dovessero verificarsi situazione di assenze superiori a 30 giorni a causa di gravi patologie che impediscono la frequenza della scuola, l’istituto prevede un progetto di assistenza didattica, sia nel caso di degenza ospedaliera, sia nel caso di degenza domiciliare, nell’ottica di riconoscere agli studenti malati il diritto-dovere all’istruzione, anche a domicilio, al fine di proseguire il percorso di apprendimento e facilitarne il suo successivo reinserimento nella classe.

 

II genitori che dovessero trovarsi in tale situazione potranno, secondo quanto stabilito dalle recente disposizione dell’Ufficio Scolastico della Regione Lombardia (Prot. N. MIUR AOODRLO 70751 del 28 agosto 2012) richiedere un concorso finanziario al progetto. Le modalità in dettaglio della procedura  si può reperire nel sito http://www.hshlombardia.it.

 

 

BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI -Progetto Inclusione

 

L’area dello svantaggio scolastico è molto più ampia di quella riferibile esplicitamente alla presenza di deficit. In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni che vanno dallo svantaggio sociale e culturale, ai disturbi specifici di apprendimento e/o ai disturbi evolutivi specifici, oltre che dalla difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse.

Quest’area che ricomprende problematiche diverse viene indicata come area dei Bisogni Educativi Speciali.

Il progetto inclusione ( P.I ) nasce dalla necessità di garantire a tutti gli alunni il successo formativo, valutandone tutte le diversità (plusdotati,  quelli che presentano svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento o disturbi evolutivi, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perchè appartenenti a culture diverse).

Il P.I è volto a garantire le priorità di Istituto indicate nel POF:

·         prevenzione del disagio;

·         promozione del successo formativo attraverso azioni volte all'inclusione degli alunni portatori di bisogni educativi speciali;

·         attenzione alle dinamiche relazionali e alla dimensione comunicativa tra docenti, famiglie ed alunni.

 

Finalità

 

·         garantire il diritto all'istruzione e i necessari supporti agli alunni;

·         ridurre i disagi formativi ed emozionali;

·         assicurare una formazione adeguata e lo sviluppo delle potenzialità;

·         valorizzare le differenze per trasformarle in risorse;

·         adottare forme di verifica e di valutazione adeguate;

 

Strategie di intervento

 

·         riconoscere i bisogni e le problematiche degli alunni con BES ( D.M 27/12/12);

·         favorire la piena integrazione degli alunni in difficoltà, monitorando le specifiche problematicità di ciascuno per ridurre lo svantaggio scolastico;

·         individuare strategie educativo-didattiche diversificate (cooperative, laboratoriali-esperienziali) per garantire il successo formativo e una valutazione adeguata ai casi, tenendo conto soprattutto dei percorsi e non solo dei risultati;

·         fare acquisire gradualmente un efficace metodo di studio e una buona autonomia di lavoro a casa;

·         aggiornare il collegio docenti sull'evoluzione della normativa di riferimento sui BES, DSA e inclusione.


 

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO

                                 

 

 

Come ogni società esistente, anche quella scolastica richiede il rispetto di regole chiare e precise che assicurino efficienza e produttività al suo lavoro e permettano il conseguimento degli obiettivi prefissati dal Progetto Educativo di Istituto.

Da questa premessa nasce il Regolamento interno della Scuola Secondaria di 1° Grado:

 

 

A) Orari e intervallo

 

Le lezioni del mattino iniziano alle ore 8.15 e terminano alle 14.00 con un intervallo di 20 minuti tra la 3° e la 4° ora. Le lezioni del pomeriggio si tengono dalle 14.50 alle 16.30.

Oltre le 8.15 saranno ammessi in classe solo gli alunni con il permesso del Preside.

 

Al fine di un regolare svolgimento delle lezioni si richiede la massima puntualità.

 

 

B) Ingresso nella scuola e in aula

 

Prima dell’inizio delle lezioni del mattino e del pomeriggio e al termine dell’intervallo, la classe deve attendere l’insegnante nel posto assegnato.

 

L’accesso alle cassette è consentito fino alle ore 8.20, al mattino, e alle ore 14.55, al pomeriggio; inoltre i 5 minuti, che precedono l’orario di uscita del mattino e del pomeriggio, sono momenti destinati alle cassette e alla sistemazione della classe che deve essere lasciata in ordine.

 

Al cambio dell’ora ci si prepara per la materia dell’ora successiva e non si esce senza il permesso dell’insegnante.

 

Non è consentito andare ai servizi durante le ore di lezione (salvo eccezioni); ci si reca ai servizi prima dell’inizio delle lezioni del mattino e durante gli intervalli.

 

Al termine delle lezioni del mattino e del pomeriggio e all’intervallo si esce dalla classe insieme all’insegnante e si scendono le scale in modo composto.

 

 

C) Permessi

 

Gli studenti non possono lasciare la scuola prima dell’orario scolastico ufficiale e durante gli intervalli se non dietro richiesta motivata scritta da un genitore e vistata dal Preside.

 

Eventuali permessi di entrata posticipata e di uscita anticipata devono coincidere con il cambio dell’ora e devono essere compilati sull’apposito libretto e fatti vistare in Presidenza prima di entrare in classe.

 

D) Assenze

 

Ogni assenza va giustificata sull’apposito libretto e fatta vistare in Presidenza prima di entrare in classe.

 

 

E)    Uso e conservazione dei locali, del materiale scolastico e del diario

 

Gli alunni sono tenuti a rispettare le aule e gli arredi (eventuali danni arrecati saranno a carico dei responsabili).

 

Gli alunni sono tenuti a presentarsi a scuola sempre forniti di iPad, con batterie cariche e pronto all’uso.

 

Il materiale scolastico (zainetto, diario, libretto delle assenze e dei voti, iPad, quaderni, cancelleria di vario tipo ….) deve essere gestito e conservato con cura.

 

Sul diario vanno annotati argomenti riguardanti esclusivamente l’attività scolastica (eventuali sostituzioni, per uso improprio, saranno a carico dell’interessato).

 

 

F)  Norme di comportamento

 

In classe e in occasione delle uscite didattiche bisogna indossare un abbigliamento idoneo all’ambiente scolastico (il mancato rispetto di tale norma comporterà dei provvedimenti disciplinari). Durante le lezioni deve essere mantenuta una postura corretta.

 

In classe è vietato mangiare cicche, caramelle, merendine e consumare bevande.

 

Non è permesso usare il cellulare all’interno della struttura scolastica; in caso contrario gli insegnanti provvederanno a ritirarlo e a consegnarlo al Preside che lo restituirà ad un genitore. La stessa norma vale per iPod,  videogiochi e altri apparecchi elettronici.

 

Riproduzione di immagini. Secondo le norme sulla privacy, è vietata la ripresa di immagini o filmati (con macchina fotografica, videocamera, cellulari….) senza il consenso degli interessati e della presidenza. La mancata ottemperanza alle disposizioni comporterà il temporaneo ritiro dello strumento, eliminazione delle immagini e sanzioni disciplinari.

La diffusione esterna (via rete Internet o altro), senza il consenso degli interessati e della scuola, di immagini riprese all’interno della stessa configura grave violazione della legge sulla privacy con relative sanzioni, anche di carattere penale, previste dalla legge, cui non possono che aggiungersi altrettanto gravi sanzioni disciplinari da parte della scuola.

 

Internet e Social Network. E’ rigorosamente vietato l’uso scorretto di Internet e Social Network in merito a tematiche relative all’ambiente scolastico e i suoi componenti: studenti, genitori, insegnanti, personale ausiliario…. Chi dovesse rendersi colpevole di aver postato commenti volgari od offensivi, o immagini non autorizzate, sarà soggetto, oltre alle conseguenze civili ed penali previste dalla legge, a gravi sanzioni disciplinari da parte della scuola. Stessi provvedimenti verranno presi anche nei confronti di chi dovesse inviare sms o mms contenenti volgarità o ingiurie.

 

Uso dell’iPad. A scuola, l’iPad è uno strumento destinato unicamente all’attività didattica. Durante la permanenza a scuola è vietato avere installate sull’iPad applicazioni relative a Social Network, messaggistica istantanea, giochi e quant’altro che non sia relativo all’attività didattica.

E' inoltre proibito utilizzare le applicazioni "messaggi", "facetime" e "game center" di Apple, che non possono, per le caratteristiche del sistema, essere rimosse. Sono previsti provvedimenti disciplinari per il loro uso improprio durante l'orario scolastico.

Il Dirigente scolastico, i collaboratori del Dirigente e i docenti hanno la facoltà, in qualunque momento, di visionare il dispositivo e di accedere ai dati trattati dallo studente, comprese le navigazioni web e altri archivi e potranno procedere alla rimozione dei files.

 

Ogni studente deve mantenere il posto assegnato dall’insegnante e indicato nella piantina della classe.

 

Durante le lezioni non ci si alza dal proprio posto se non dopo averne richiesto e ottenuto il permesso.

 

Gli interventi in classe devono essere preceduti da richiesta all’insegnante mediante alzata di mano e devono essere pertinenti e inerenti allo svolgimento delle lezioni.

 

Ogni alunno è tenuto ad avere un comportamento civile, rispettoso ed educato, anche nel linguaggio, nei confronti dei propri compagni, del personale docente e non docente.

 

Durante gli intervalli è consentito utilizzare solo palle di spugna per giocare a calcio, esclusivamente nei due campi.

Ogni classe avrà in dotazione un pallone di spugna ed uno di plastica da utilizzare quando permesso. Non è consentito l’uso del materiale delle Palestre ad di fuori delle lezioni.

 

E’ vietato trattenersi a scuola oltre l'orario delle 16.30, se non con l’autorizzazione del Preside.

 

 

G) Rapporti Insegnanti / Famiglie

 

Ogni comunicazione sia da parte degli Insegnanti che della Famiglia dovrà essere annotata sul diario.

 

Colloqui individuali: i giorni e gli orari di ricevimento degli Insegnanti saranno comunicati all’inizio dell’anno scolastico. Gli insegnanti riceveranno i genitori esclusivamente a scuola previo appuntamento tramite registro elettronico.

 

Si invitano i Genitori a non affidare agli alunni alcun farmaco, senza informare preventivamente gli  Insegnanti, che non possono somministrare, di loro iniziativa, alcun medicinale.

 

 

 

NORME GENERALI

 

 

1)         L’Istituto definisce il calendario scolastico tenendo come riferimento quanto stabilito dal Ministero e dalla Direzione Scolastica Regionale, utilizzando tutti gli spazi di autonomia permessi dalla normativa vigente.

 

2)         L’Istituto, pur usando la massima vigilanza, non risponde di eventuali ammanchi o guasti a capi di vestiario, oggetti o libri appartenenti agli alunni.

 

3)         I Genitori non possono accedere ai corridoi delle classi e, tanto meno, alle classi stesse senza preventiva autorizzazione della presidenza.

 

4)         Non può frequentare la scuola chi non è in regola con i documenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Segreteria

 

Orario di apertura della segreteria:

 

*          per gli alunni:

                     dal Lunedì al Venerdì:         dalle 10.30 alle11.30

 

*          per il pubblico:

         dal Lunedì al Venerdì:         dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 16.30

 

 

Telefoni:     

Via Arena:             0289403317 -- 0289403480                 fax: 0289404392

Via Carroccio:          0289409732 – 0289405789                  fax: 0289405789

 

 

E-Mail:                       info@istitutoleopardi.it

                           

                            segreteria@istitutoleopardi.it

 

                                   roberto.muia@istitutoleopardi.it

 

 

 

Preside:                    fiorenzo.ianna@istitutoleopardi.it       cell.:  3356664032

 

Vicepreside:            laura.maggi@istitutoleopardi.it