Crediti formativi

Norme per la corretta certificazione


VALIDITA’ DOCUMENTAZIONE PER IL CREDITO FORMATIVO

(D.P.R. 23 luglio 1998 n. 323)

 

TUTTE LE DOCUMENTAZIONI DEVONO RIFERIRSI AL PERIODO GIUGNO 2007 a MAGGIO 2008

 

   Certificazioni linguistiche

Sono valide le certificazioni di tutti i livelli convalidate dall’autorità diplomatica o consolare o dalle seguenti rappresentanze culturali ( nota Ministeriale prot. 5884 CIL del 29/4/99): British Council, Alliance Française (Centre Culturel Français), Goethe Institut e Instituto Cervantes.

 

   Stage linguistici

Le documentazioni sono valide solo se i centri linguistici frequentati sono accreditati presso l’Unione Europea e gli enti elencati nella sezione “ Certificazioni linguistiche”; devono esplicitamente indicare il livello di competenza raggiunto dal singolo studente quale valutazione di fine stage. Non è sufficiente un semplice attestato di frequenza ad un corso di qualsiasi livello, anche elevato. ( Gli stage interni frequentati dagli studenti delle classi 3^ producono una menzione non credito formativo salvo esami di competenza sostenuti).

 

   Soggiorni scolastici all’estero

La documentazione e la valutazione devono essere redatte dalla scuola presso la quale si è frequentato il bimestre/ trimestre/ quadrimestre/ semestre scolastico.

 

   Esperienze di lavoro

La documentazione di tale attività oltre alla descrizione e alla durata della stessa, deve arrecare l’esplicita testuale dicitura: “SI DICHIARA CHE SONO STATI VERSATI I CONTRIBUTI D’OBBLIGO” ( legge n. 196/97 art. 18); in mancanza di questa non potranno essere considerati.

 

   Stage di lavoro

L’esperienza di stage di lavoro estivo effettuata tramite la scuola deve essere documentata dal “ Diario di bordo” compilato in tutte le sue parti.

L’esperienza di stage di lavoro effettuata di propria iniziativa deve essere documentata da: descrizione, durata e obiettivi raggiunti ed arrecare la dicitura: “SI DICHIARA CHE SONO STATI VERSATI I CONTRIBUTI D’OBBLIGO” ( legge n. 196/97 art.18); in mancanza di questa non potranno essere considerati.

(L’attività di alternanza scuola-lavoro produce solo credito formativo, ma non ha valore per il credito scolastico).

 

   Volontariato

La documentazione deve attestare un’attività di una certa durata e continuità che si è svolta presso associazioni ONLUS o comunità religiose.

 

   Sport

L associazione presso la quale è stata svolta l’attività deve essere affiliata C.O.N.I. La documentazione deve descrivere il tipo di sport, la durata ed esplicitamente esprimere che si tratta di attività a livello agonistico.

 

 

Crediti formativi
Norme per la corretta certificazione

Comunichiamo, a tutti gli interessati, le norme vigenti (D.P.R. 23 luglio 1998 n. 323) ai fini del riconoscimento dei crediti formativi introdotti con la nuova normativa sugli esami di stato conclusivi del ciclo di studi superiore.
Invitando ad attenersi strettamente a quanto sotto indicato per la presentazione della documentazione richiesta, comunichiamo che sarà nostra premura informarvi tempestivamente in caso di eventuali variazioni comunicate dal Ministero.

"Con il nuovo esame di stato si sono volute valorizzare le esperienze formative che ogni alunno può aver maturato al di fuori della scuola. Corsi di lingua, esperienze lavorative, soggiorni in scuole o campus all'estero, attività sportive o corsi di educazione artistica, l'aver appreso a suonare uno strumento sono esperienze delle quali si può tener conto, in quanto arricchiscono il bagaglio di competenze di ognuno, qualora siano coerenti con il corso di studio e opportunamente documentate.
Tali esperienze potranno contribuire, dunque, ad elevare il punteggio del credito scolastico. (solo per il triennio e, secondo l'attuale punteggio, per il massimo di un punto all'anno)
Per stage di lavoro la certificazione dell'azienda
presso la quale si è svolto deve indicare l'ente a cui sono stati versati i contributi di assistenza e previdenza (ovvero le disposizioni normative che escludano l'obbligo dell'adempimento contributivo) e gli obiettivi formativi raggiunti.
Per esperienze effettuate all'estero la certificazione deve essere convalidata dall'autorità diplomatica o consolare o da una delle seguenti rappresentanze culturali (nota Ministeriale prot. n. 5884 CIL del 29/4/99), anche nella loro sede di Milano:
British Council Via Quattro Fontane 20 - Roma
Alliance Francaise De Rome Via Montebellon 104 Roma
Goethe Institut Via Savoia 15 Roma
Usis Ambasciata Usa Via Caetani 32 Roma
Istituto Culturale Austriaco Viale Bruno Buozzi 113 Roma"

La presidenza

Milano, 2 ottobre 1999