P.O.F.

Piano dell'Offerta Formativa a.s. 2015/16


Riferimento normativo

 

DPR 275/1999 Regolamento di autonomia delle istituzioni scolastiche

 

Art. 3 “Il Piano è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia”

 

Progetto Educativo dell’istituto

PREMESSA

 

      

Ai Genitori, quali titolari del Progetto Educativo, spetta la scelta della scuola per i propri figli. Questa scelta è sicuramente fondamentale per le capacità-modalità con cui i figli sapranno affrontare la vita una volta diventati adulti. La scuola ha, invece, il compito di fornire una presentazione chiara e realistica di sé in modo da rendere possibile tale scelta.

 

       Da qui la doverosa elaborazione del progetto educativo d’istituto, un documento che, partendo dall'analisi delle risorse interne ed esterne e dopo aver recepito i bisogni dell'utente, definisca le finalità e i criteri organizzativi dell'azione educativa e didattica.

 

Esso contiene:

 

1.                        memoria storica ed identità dell'Istituto

2.                        analisi delle risorse interne alla Scuola

3.                        indicazione delle finalità educative e degli obiettivi formativi

4.                        pianificazione degli interventi educativi integrativi (I.D.E.I.), di recupero e orientamento.

      

La Scuola, intesa come Istituzione che opera in una società pluralistica e in rapida trasformazione, deve avere la capacità di rinnovarsi elaborando un proprio progetto educativo che risponda in misura adeguata alle richieste ed alle esigenze di formazione degli studenti in qualità di cittadini che aal termine dei loro studi dovranno inserirsi, in maniera attiva, nella società futura.

 

Il nostro Istituto, sorto nell'immediato dopoguerra, è stato da sempre punto di riferimento nel territorio di sua pertinenza per le proposte educative che, pur diversificate nel tempo, hanno costantemente dato una risposta moderna e adeguata a quelle che erano le esigenze del momento di genitori e studenti.

 

Nei primi anni di attività l’Istituto ha organizzato, dando risposta ad una pressante domanda, corsi per il recupero degli studenti in difficoltà nella scuola dell'obbligo, contribuendo così ad una riduzione dell'annoso problema della dispersione scolastica. Negli anni Sessanta ha avviato corsi di studio di Scuola superiore: Ragioneria, Liceo Linguistico e di Scuola elementare.

 

Negli anni Settanta, pressoché esauritasi con la riforma della scuola media inferiore l'utilità di un servizio al territorio circa il recupero nella scuola dell'obbligo, in nostro istituto ha cambiato completamente impostazione attivando corsi di studio legalmente riconosciuti di Scuola media, di Ragioneria e di Liceo Linguistico, con l'intento di offrire un servizio scolastico formativo di qualità, sia dal punto di vista educativo sia dal punto di vista della preparazione.

 

Gli anni Ottanta sono stati caratterizzati da un'offerta educativa ormai completa in ogni grado, dalla scuola elementare a quella superiore e dall'elaborazione di progetti innovativi per rendere tale proposta sempre più rispondente alle esigenze della società in continua evoluzione. Nasce così la scuola elementare bilingue italiano-inglese innestata sui programmi della scuola italiana, unica nel suo genere, che ottiene il riconoscimento ministeriale della parifica.

 

Proseguendo su questa strada si è dato poi vita ad iniziative diverse nel duplice intento di offrire un servizio assente sul territorio (Istituto Nautico per Capitani di lungo corso) e di rinnovare in chiave europea gli altri progetti formativi: la scuola media multilingue e il Liceo Europeo ad indirizzo linguistico e giuridico, che ha sostituito il Liceo Linguistico tradizionale. Nell’anno scolastico 1997/98 é stato avviato, ottenendo il riconoscimento legale, il corso completo di Liceo Scientifico. Nel 1999 la scuola completa la sua offerta formativa inserendo nella propria realtà scolastica il Liceo socio-psico-pedagogico con sede in Via Daniele Crespi.

 

Nel dicembre 2000 per la scuola media inferiore e superiore e, nel gennaio 2001, per la scuola elementare, il Ministero ha riconosciuto a tutti i nostri corsi la qualifica di “paritari”, con grande soddisfazione, dato il numero esiguo dei riconoscimenti concessi in quel periodo.

 

Nel mese di agosto 2003 l’Istituto ha ottenuto la certificazione di Qualità ISO 9001, rilasciata dall’ente SGS.

 

Nel settembre 2005 l’Istituto ha aperto una nuova sede (in Via Arena 13) dedicata alla prima fascia di scolarizzazione nella quale, oltre a svolgersi l’attività della scuola dell’infanzia, sono state trasferite la Scuola Primaria (elementare) e Secondaria di primo grado (media).

 

Dopo un lavoro preparatorio durato molti mesi del 2013, da settembre 2014, si avviano una serie di progetti tendenti a rafforzare l’apprendimento della lingua inglese a partire dalla Scuola dell’Infanzia con un progetto chiamato Natural Learning English che prevede la presenza di una educatrice madrelingua per il 50% del tempo scuola e dalla Scuola Primaria con un progetto chiamato Strengthening of learning English project con un potenziamento della lingua inglese, compreso una disciplina in lingua, con 9 ore settimanali di insegnamento.

 

Dal settembre 2015 si avvia l’istituzione del Liceo Scientifico a Indirizzo Sportivo, di una classe di Scuola secondaria di I grado di 30 ore settimanali, mantenendo anche la proposta di 40 ore e il processo di internazionalizzazione del Liceo Europeo.

 

Pur restando prioritarie ed irrinunciabili le basi culturali per una corretta formazione degli studenti, le famiglie richiedono da tempo alla nostra scuola anche la trasmissione di valori idonei a responsabilizzare le scelte ed i comportamenti della vita. Considerato ciò, offriamo un’esperienza educativa rivolta ad abituare i giovani a sviluppare rapporti costruttivi basati sul dialogo e sulla collaborazione interpersonale, insistendo sul rispetto reciproco e la disponibilità agli altri, senza trascurare una visione spirituale del mondo di fronte al materialismo e all’egoismo dominanti.

 

L'ambiente di riferimento in cui la scuola opera non é confessionale. Desideriamo però evitare la possibilità di certe "prese di posizione antireligiose" ed educare al rispetto e al pluralismo. Per questo siamo una scuola laica ad indirizzo cattolico che intende offrire ai giovani alcune proposte di natura religiosa nel quadro delle finalità generali in cui una scuola può agire.

 

Con ciò la nostra scuola non vuole porre preclusioni di alcun genere e offre a chi frequenta un ambiente non uniforme, lo stesso che i ragazzi trovano nel vivere sociale.

 

Siamo convinti che l'autonomia degli istituti scolastici sia condizione necessaria per l'effettivo esercizio della libertà e del pluralismo dell'educazione e dell'istruzione come è sancito dalla Costituzione. Ci adoperiamo affinché l’applicazione dell’autonomia offra agli allievi un valido servizio che ci differenzi da quello offerto da altre scuole.

 

Il Progetto Educativo di Istituto si suddivide in quattro parti:

 

·       gli obiettivi: che sono perseguiti

·       le modalità tecniche: con cui sono realizzati gli obiettivi

·       l'organizzazione: con cui si garantisce che gli obiettivi vengano perseguiti

·       il panorama delle attività

 

OBIETTIVI

 

Gli obiettivi che la nostra scuola persegue si basano sui principi fondamentali di una società civile in continua evoluzione, caratterizzata dalla necessità di:

 

- seguire la velocità di cambiamento del sociale che si fa sempre maggiore e quindi:

·               accettazione del cambiamento visto non come rottura con il passato, ma come una sua evoluzione

·               valutazione critica del cambiamento, considerando che non deve essere necessariamente accettato "in toto", e che, a sua volta, potrebbe variare

·               individuazione di principi di base cui attenersi (e capacità di mantenerli)

 

- proporre una cultura aperta ed avanzata significa educare:

·           a saper ascoltare e non solo sentire, a saper prendere in considerazione e rispettare il punto di vista dell'altro

·             alla mediazione e non all'estremismo cercando il giusto equilibrio sia nel proporre sia nell'accettare il nuovo

·           alla tolleranza

 

-    educare all'informazione perché gli interventi dell'allievo siano propositivi

·           insegnare all'allievo a saper sviluppare le proprie capacità potenziali e le proprie competenze

·           insegnare a sviluppare la capacità di ricerca d’informazioni attingendo a fonti diversificate

·           insegnare a sviluppare il senso critico

 

- educare alla libertà di pensiero

·         insegnare a sostenere le proprie posizioni e opinioni, pur restando sensibili ai punti di vista degli altri

 

Una scuola, pertanto, che non trasmetta solo istruzione, ma offra ai giovani le possibilità di formazione più adatte ad affrontare le difficili dinamiche sociali evitando la perdita dei valori etici.

 

Questo ci porta a proporre:

 

 * Una scuola che non si accontenti di trasmettere solo istruzione, ma offra una possibilità di formazione idonea ad inserire positivamente i giovani nel complesso mondo di oggi. A tal fine la scuola intende comunicare punti di riferimento attraverso cui imparare a conoscere se stessi e gli altri e valutare in modo critico ogni nuova esperienza ed ogni nuova proposta con cui confrontarsi.

 

* Una scuola aperta e seria, disponibile all'innovazione, seppure ancorata ad una forte tradizione culturale; attenta ai problemi di ognuno, pronta all'ascolto, basata sul dialogo.

 

* Una scuola che prepari, e che consideri importante il livello qualitativo dell'apprendimento ed i contenuti culturali trasmessi perché ogni giovane sia un cittadino professionalmente preparato, quindi una scuola esigente quanto all'impegno di studio e al comportamento, ma che si metta a disposizione dello studente fornendogli tutti i mezzi necessari perché sia in grado di raggiungere i livelli richiesti.

 

* Una scuola che sviluppi nei ragazzi una dimensione sociale, la tolleranza, l'accettazione e la disponibilità verso l'altro in contrapposizione all'attuale tendenza ad un esasperato individualismo e ad un eccessivo spirito emulativo.

 

* Una scuola che si basi sul primato della persona e al tempo stesso educhi il giovane ad una dimensione civica affinché diventi un cittadino libero, maturo, responsabile, onesto e con una propria capacità critica.

 

MODALITÀ DI ATTUAZIONE:

 

Al fine del raggiungimento degli obiettivi indicati nel paragrafo precedente si attivano per i giovani iniziative atte a:

 

- affrontare in prima persona e prendere coscienza dei problemi sociali

- discutere articoli di stampa anche straniera

- sviluppare lo studio delle lingue straniere

- realizzare viaggi d’istruzione all'estero e scambi culturali

- collaborare ad un giornale d’Istituto

- potenziare il rapporto col territorio.

 

COMPONENTI SCOLASTICHE E LORO RUOLO

 

Nel mondo della scuola agiscono varie componenti: Rettore, Preside, Insegnanti, Genitori ed Allievi. E' dalla loro capacità di collaborazione, d'integrazione e di rispetto dei ruoli che dipende il successo della scuola.

 

* Il Rettore è il promotore del progetto, ne stimola l'attuazione, ne propone le modifiche richieste da nuove realtà, ne è il garante; è responsabile della scelta degli insegnanti in collaborazione con il Consiglio di Amministrazione dell’Istituto. Coordina il Consiglio di presidenza

 

* Il Preside promuove il progetto nell’ordine di studi di sua competenza stimolandone e controllandone l’attuazione, propone le modifiche che nascono da nuove esigenze educative e formative. Collabora con il Rettore nella scelta degli insegnanti, valutando la loro preparazione e serietà professionale; favorisce e coordina la collaborazione tra docenti, genitori e studenti; promuove la programmazione annuale tra docenti per materia e area d’indirizzo; fornisce quanto necessario per la realizzazione degli obiettivi prefissati.

 

* Il Consiglio di Presidenza, composto da tutti i dirigenti dei diversi ordini di studi e da qualche componente del Consiglio di Amministrazione analizza periodicamente l’andamento dell’anno scolastico e decide le linee da tenere di fronte a situazioni che necessitano di variazione di linea formativa, di uscite di nuove normative, di decisioni di sanzioni disciplinari gravi, di supporto alle esigenze formative dei docenti.

 

* Gli Insegnanti, scelti tramite una selezione, sono coordinati dal Preside ed offrono un prezioso contributo alla crescita dei giovani svolgendo un serio lavoro di formazione e di analisi in ordine alle valenze educative e morali delle singole discipline. Esercitano la libertà d’insegnamento nel rispetto del progetto educativo d’Istituto e del diritto dei giovani a riceverlo in modo obiettivo ed equilibrato, cercano di proporsi come "maestri" per i loro studenti attraverso la comunicazione del loro sapere, l'equilibrio e la coerenza del loro comportamento; hanno una valida competenza tecnica nell'ambito delle singole materie e nella metodologia dell'insegnamento e sentono l'impegno all'aggiornamento e alla competenza professionale. Hanno conoscenza della psicologia degli studenti maturata con l'esperienza e loro compito è far emergere le potenzialità di ogni allievo. Cercano di porsi nella classe come punto d’incontro, di mediazione e d’invito alla solidarietà per realizzare, al di là del rapporto scolastico, il rapporto individuale e di gruppo con il giovane-studente. Favoriscono nella classe un clima ottimale durante la lezione. Per poter adempiere a questi compiti debbono possedere, nei confronti dei ragazzi, un'autorità che si basa sulla loro professionalità ed è rafforzata dall'istituzionalità del ruolo e soprattutto dalla collaborazione dei genitori.

 

* I Genitori sono invitati a partecipare attivamente all'opera educativa dell'Istituto. Il loro diritto-dovere all'educazione dei figli si concretizza anche nei momenti d’incontro con le altre componenti della scuola per approfondire argomenti di carattere educativo mettendo a disposizione le loro conoscenze specifiche e vivendo così dall'interno la dimensione scolastica dei figli. Affinché tale scelta abbia un risultato proficuo, essi rafforzano il ruolo dell'insegnante segnalando direttamente ai docenti gli eventuali problemi dei figli.

 

* Gli Studenti sono i protagonisti di questo progetto educativo. I giovani che frequentano la scuola debbono affrontare lo studio in maniera seria e responsabile, partecipando alla vita di classe. Hanno il dovere di tenere nell'Istituto un atteggiamento e un comportamento corretto, di rispetto verso gli altri e verso il regolamento della scuola. Essi crescono attraverso il confronto con gli adulti e i compagni accettando il pluralismo delle opinioni e sviluppando capacità di ascolto e di rapporto positivo e costruttivo con i loro educatori. Finalizzano i loro sforzi alla scoperta del piacere della cultura, se cultura significa, ad ogni livello di studi, capacità di capire e di essere capiti, curiosità e rigore intellettuale e non passiva accettazione di quanto proposto.

 

* Il Consiglio di Istituto è composto dai Presidi, dai Vice presidi, da un rappresentante della segreteria e, per ogni indirizzo di studi, da un docente, uno studente, un genitore con il ruolo di referenti fra il proprio gruppo di rappresentanza e tale organo collegiale. Si riunisce, in via ordinaria, con cadenza bimestrale.

 

IL PANORAMA DELLE NOSTRE PROPOSTE

 

Si fonda su:

 

a)    Stage all'estero.

b)    Corsi di sostegno e recupero tenuti dai docenti durante l'anno scolastico e nel periodo estivo per la preparazione all’assolvimento dei debiti formativi.

c)    Studio pomeridiano guidato per il biennio della scuola superiore e, a richiesta, aperto anche agli studenti delle classi successive.

d)   Dibattiti e conferenze su problemi di notevole interesse socioculturale.

e)    Conferenze tenute da specialisti su argomenti peculiari per i vari indirizzi.

f)     Gruppi di studio volontari per l'approfondimento di argomenti di attualità.

g)    Gruppo sportivo e organizzazione di gare e tornei.

h)    Scambi culturali con classi di Paesi di cui gli allievi studiano la lingua.

i)      Viaggi d’Istruzione in Italia e all’estero.

j)      Realizzazione di incontri e forme di scambio tra il mondo del lavoro e quello della scuola tramite accordi con le associazioni imprenditoriali.

k)    Stage di lavoro in azienda.

l)      Attivazione di discipline facoltative ed attività formative secondo le esigenze che possono venir espresse da docenti, genitori e studenti.

m)  Corsi supplementari di specializzazione per le lingue straniere.

n)    Costituzione di gruppi teatrali, musicali e club dell’Arte.

o)    Attività di orientamento post diploma

p)    Supporto alla scelta di un percorso universitario all’estero

 

       Il panorama potrà essere analizzato in dettaglio prendendo in visione i POF specifici di ogni ordine di studi

 

Attualmente presso il nostro Istituto funzionano i seguenti corsi di studio:

 

Scuola dell’infanzia – Scuola di tradizione, entrata a far parte dell’Istituto, da diversi anni, per completare l’offerta formativa, accoglie i bambini a partire dai due anni (Sezione Primavera) e li accompagna in un percorso di crescita, scoperte, apprendimenti, in stretta collaborazione con le famiglie.

La nostra Scuola dell’Infanzia è innanzitutto un contesto di relazioni e attenzione alla persona in cui i bambini hanno l’opportunità di acquisire competenze attraverso: l’approccio e l’apprendimento della lingua inglese con il metodo “Natural Learning English”; il progetto musicale che propone esperienze sonoro-musicali con il corpo, la voce e gli strumenti; il progetto “Alfabetilandia” che prepara i bambini al passaggio alla scuola primaria; il progetto pittura, il progetto creatività e uscite didattiche sul territorio.

 

Scuola Primaria (bilingue Italiano-Inglese) - Progetto didattico unico nel suo genere come proposta educativa - formativa. Il corso, consolidato, è ormai operativo da più di 20 anni. È uno dei fiori all'occhiello della nostra tradizione consolidata in 70 anni di presenza nella scuola milanese. Il bambino è il vero protagonista dei suoi primi giorni di scuola per un impatto positivo con la nuova realtà. Altrettanta importanza è data alla sua preparazione di base in funzione dei cicli di studio successivi.

 

Scuola Secondaria di primo grado (rinnovata nell'impostazione didattica): il curriculum prevede due lingue straniere, informatica, potenziamento della lingua inglese, maggiore attività fisico-sportiva, esecuzione dei compiti sotto la guida dei propri insegnanti nell'ambito delle lezioni.

 

Istituto Tecnico Economico indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing Corso caratterizzato, grazie alla possibilità di personalizzazione del piano di studi in funzione dell’autonomia scolastica, dall’utilizzo dell’informatica e dall’attenzione alla lingua inglese ed alle materie professionali quali economia aziendale; nel corso di studi gli studenti potranno conseguire l’ECDL e la certificazione internazionale delle lingue studiate, con specializzazione della lingua inglese.

L’organizzazione di stage aziendali e dell’ ”Area di Progetto” realizzata in collaborazione con la Camera di Commercio permettono di ottenere una preparazione adeguata alle richieste del mondo del lavoro. In occasione dell’avvio dei nuovi piani di studio legati al riordino della scuola secondaria superiore, si è introdotto lo studio di elementi di Tecnica della Comunicazione e l’utilizzo della didattica laboratoriale per tutte le discipline.

 

Liceo Europeo (con indirizzo linguistico - moderno o giuridico - economico). Il corso mantiene tutte le valenze del Liceo Linguistico, recependo le istanze della sperimentazione del 1994 e propone percorsi studiati anche in collaborazione con il mondo del lavoro per offrire una risposta aderente alle rinnovate esigenze di preparazione professionale dei giovani con curricoli allineati agli standard previsti dai sistemi scolastici degli altri Paesi Europei. Il corso di studi ottimizza la sua proposta attraverso lo studio di una materia in inglese, lingua veicolare, ( storia o arte), attività quali Scambi culturali,Stage in paesi di lingua straniera e promuove inoltre le certificazioni linguistiche internazionali (curricolari) e la certificazione informatica ECDL

 

Liceo Scientifico (con particolare attenzione all’informatica –patentino ECDL - ed alla lingua inglese – certificazione British Council). Un indirizzo di studi che consolida i decenni della nostra esperienza didattica liceale nella tradizione scolastica milanese e che punta a fornire agli studenti un metodo di studio efficace. Il costante aggiornamento personale di ogni docente e l'adozione di nuovi programmi educativi all'avanguardia con i tempi, costituiscono per il genitore la garanzia di un'ottima preparazione che permette l'accesso a qualunque facoltà universitaria, ma anche possibili e concreti sbocchi occupazionali grazie all'approfondimento informatico e linguistico previsto. nel settembre 2015 è stato istituito il Liceo Scientifico ad Indirizzo Sportivo

 

Liceo delle Scienze Umane – indirizzo economico sociale)

Indirizzo di studi in sintonia con le moderne esigenze culturali e sociali la cui finalità è quella di favorire le molteplici scelte professionali nel campo della formazione e del sociale attraverso la crescita globale della persona. Si attuano le tecniche laboratoriali di sociologia, di arte, di letteratura per far acquisire competenze trasversali. Si attuano stage di carattere socio educativo.

 

Dal giugno 2017, frutto di anni di attenzione all’impostazione dello studio delle lingue straniere con il metodo internazionale e l’avvio, con risultati concreti del processo di internazionalizzazione degli studi presso il nostro Istituto, abbiamo ottenuto l’accreditamento di “Cambridge International School”.

 

Tutti i corsi sono paritari e l'Istituto è Sede d'Esame


Mission

 

Chi siamo

 

Siamo una scuola laica ad indirizzo cattolico con lunga tradizione nell’attività educativa e formativa dei giovani nel loro completo iter scolastico. Una scuola aperta all’innovazione, pur ancorata ad una forte tradizione culturale, attenta ai problemi di ognuno, pronta all’ascolto, basata sul dialogo. Una scuola che si fonda sui principi di: libertà d’insegnamento, primato della persona, solidarietà, senso civico e sociale, trasmissione di competenze adeguate alle richieste della società di oggi.

 

Cosa offriamo

 

Una valida formazione umana, civica e culturale attraverso:

 

·                 organizzazione e acquisizione di un corretto metodo di studio

·                 una programmazione didattica che permette di raggiungere buoni livelli di preparazione

·                 lo sviluppo di un atteggiamento di apertura nei confronti della lingua inglese.

·                 percorsi didattici strutturati in modo anche personalizzato che mettono ogni studente nelle condizioni di poter raggiungere il livello di preparazione richiesto

·                 iniziative finalizzate alla conoscenza di sé e al rispetto degli altri

·                 attenzione alle problematiche delle diverse età attivando iniziative di aiuto alla loro soluzione

·                 attività extracurricolari tendenti ad un approfondimento culturale e all’acquisizione della capacità di orientarsi per le scelte successive ad ogni ciclo di studi.

·                 L’attivazione di laboratori: musica, teatro

 


In cosa ci differenziamo

 

Nell’offerta di un ambiente in cui lo studente si senta a suo agio, soprattutto nei momenti di difficoltà, nella consapevolezza che non sarà lasciato solo alla ricerca di una soluzione, ma troverà al suo fianco i suoi insegnanti disponibili ad essergli guida e ad incoraggiarlo.

Per l’attenzione a fornire un’istruzione in linea con la dimensione Europea, fondata innanzitutto sulla padronanza della lingua inglese e sull'utilizzo delle nuove tecnologie.

 


Collocazione nel territorio

 

L’Istituto ha la sede centrale nel centro di Milano, in zona 1, in Via del Carroccio 9 ed è ben servito dai mezzi pubblici:

 

·                metropolitana (linea 2 - fermata S. Ambrogio o S. Agostino)

·                autobus (n.: 50, 54, 58, 59, 70, 74, 94)

·                tram (n.: 1, 2, 3, 9, 14, 16, 19, 29, 30)

·                stazione Ferrovie Nord, stazione di Porta Genova

 

In questa sede sono presenti diversi ordini di studi:

- liceo europeo (giuridico/economico e linguistico moderno)

- istituto tecnico commerciale indirizzo IGEA

- liceo scientifico

 

Inoltre l’Istituto dispone, sempre in Milano, di due sedi staccate (in prossimità della sede principale):

 

in Via Arena 13: sede della

- scuola dell’infanzia

- scuola primaria

- scuola secondaria di primo grado

- liceo scientifico

- liceo scientifico ad indirizzo sportivo

 


S C U O L A P R I M A R I A

 

La nostra scuola primaria non vuole essere e non è una scuola straniera funzionante in Italia, ma una scuola italiana che, nel rispetto della tradizione e della cultura del Nostro Paese, si propone di portare i bambini ad una conoscenza approfondita della cultura anglosassone ed all’utilizzo, con competenza, della lingua inglese. Svolge un ruolo fondamentale nell’avviare il bambino verso il mondo della scuola e dell’apprendimento cercando di mettere in evidenza tutte le sue potenzialità attraverso un percorso educativo che punta sullo sviluppo della sua creatività e delle sue competenze.

 

La nostra scuola primaria si avvale di un corpo docente:

 

·        motivato;

·        stabile nel tempo;

·        aggiornato annualmente grazie ad un percorso operativo mirato alla formazione educativo-didattica del bambino;

·        ricco di esperienze maturate nel nostro Istituto a contatto con gli alunni;

·        attento al raggiungimento degli obiettivi fondamentali del progetto educativo comune, alla cui stesura tutti hanno partecipato in prima persona.


La scuola primaria si presenta

 

Attività curricolare

 

Si attua in 30 ore, dal lunedì al venerdì dalle h. 8.25 / 8.35 (ingresso) alle h. 12.30 e dalle h. 14.15 alle h. 16.15.

Le classi sono organizzate con un quadro orario rispettoso delle indicazioni previste dal ministero. A tal fine la suddivisione è la seguente:

 

            classe prima

INSEGNANTI DI BASE: h. 19 (area linguistica, area antropologica, area matematico-scientifica e laboratorio informatica)

INGLESE                                 h. 3 (madrelingua)

ARTE E IMMAGINE                 h. 2

MUSICA                                  h. 2

RELIGIONE                             h. 2

SCIENZE MOTORIE                h. 2 (in L2)

 

            classe seconda

INSEGNANTI DI BASE: h. 18 (area linguistica, area antropologica, area matematico-scientifica e laboratorio informatica)

INGLESE                                 h: 4 madrelingua

ARTE E IMMAGINE                 h. 2

MUSICA                                  h. 2

RELIGIONE                             h. 2

SCIENZE MOTORIE                h. 2 (in L2)

 

 


            classe terza

INSEGNANTI DI BASE: h. 15 (area linguistica, area antropologica, area matematica e laboratorio informatica)

SCIENZE                                h. 2 (in L2)

INGLESE                                 h: 5

ARTE E IMMAGINE                 h. 2

MUSICA                                  h. 2

RELIGIONE                             h. 2

SCIENZE MOTORIE                h. 2 (in L2)

 

 

classe quarta

INSEGNANTI DI BASE: h. 15 (area linguistica, area antropologica, area matematico-scientifica e laboratorio informatica)

SCIENZE h. 2 (L2)

INGLESE                                 h: 5

ARTE E IMMAGINE                 h. 2

MUSICA                                  h. 2

RELIGIONE                             h. 2

SCIENZE MOTORIE                h. 2 (in L2)

 

classe quinta

INSEGNANTI DI BASE: h. 15 (area linguistica, area antropologica, area matematico-scientifica e laboratorio informatica)

SCIENZE                                h. 2

INGLESE                                 h: 5

ARTE E IMMAGINE                 h. 2

MUSICA                                  h. 2

RELIGIONE                             h. 2

SCIENZE MOTORIE                h. 2 (in L2)

 

 

REFEZIONE    pasto più attività ricreative         h. 12.30 / 14.15


Risorse Strumentali

 

1.       Lavagna Interattiva Multimediale in ogni aula con pc

2.       Laboratorio di informatica con 12 pc

3.       Sala conferenze

4.       Palestra interna con palcoscenico

5.       Campo da calcio / basket esterno

6.       Ampio cortile per giochi articolato in più spazi

7.       Ludoteca

8.       Refezione con cucina interna

9.       Sala Medica

10.   Sito Internet, Registro on line

11.   Entrate custodite


Risorse Umane

1. Insegnanti titolari:

Biagioni Manuela

Chiodini Daniela

Cocini Daniela

Di Gioia Barbara

Gerbino Marilena

Iacobucci Eleonora

Magnani Lorena

Marengoni Maria Grazia

Torchio Monica

Zocchi Serena

 

 

2.         Insegnanti specialisti interni:

Stefan Iudita  (religione)

Aversa Diego (scienze motorie)

Bonvicini Anna (responsabile inclusione)

Cipullo Daniela (arte e immagine)

Marciano Susanna (Inglese)

Redmond Emma (inglese)

Suppa Paolo (musica)

 

 

3.         Insegnanti specialisti esterni:

NET (lingua inglese) Hubbard Andrew

 

4.         Consulenza:

Dottoressa Daniela Miazza

psicologa, formatrice

 e ricercatrice all'Università di Pavia

 

5.         Insegnanti assistenti alla refezione, supplenti interni, di sostegno e al post-scuola:

Accurso Annalisa

Berardini Andrea

Boninsegna Paola

Bonvicini Anna

Chiodini Chiara

Girotto Laura

Pierazzo Ambra

Ricci Chiara

Sciortino Chiara

Rossi Ilaria

 

6.   Direzione:

Vicentini Patrizia

 

 

7.   Rettore:

Pasolini Roberto


Scelte educative

 

Il testo delle “Indicazioni per il curricolo” recita: “Le finalità della scuola devono essere definite a partire dalla persona che apprende… La scuola deve porre le basi del percorso formativo dei bambini….”

 

La scuola, che vuole porsi in collaborazione con la Famiglia per percorrere un corretto itinerario formativo, non può e non deve limitarsi ai soli obiettivi didattici.

 

In questo senso intendiamo sviluppare un’azione educativa volta a promuovere:

 

1.    la diversità di ogni alunno e la rilevanza del gruppo, poiché educare significa fare esperienza insieme. Il coinvolgimento personale, il fare insieme ad altri compagni, l’apporto originale che ciascuno può attivamente dare al lavoro comune sono elementi indispensabili;

2.    la scuola intesa come ambiente sereno che trasmette fiducia ed entusiasmo;

3.    consapevolezza del proprio percorso d’apprendimento per sviluppare la capacità critica e di autovalutazione del bambino;

4.    necessità di forti motivazioni che spingano l’alunno all’apprendimento;

5.    le attività intese come mezzi della formazione, atte a conseguire un armonico sviluppo psico-fisico, socio-affettivo ed intellettuale-etico;

6.    l’aspetto comunicativo e le relazioni interpersonali;

7.    la valutazione didattica intesa in senso formativo;

8.    la collegialità del gruppo docente vissuta come elemento fondante della scuola;

9.    l’integrazione dei bambini portatori di handicap intesa come valore da condividere per tutta la comunità scolastica;

10.   una scuola interculturale;

11.   la funzione educativa dell’esempio, in quanto consapevoli del fatto che i valori vanno testimoniati e non solo insegnati;

12   partecipare ad iniziative sportive, di interesse civico e di solidarietà.

 

Scelte didattiche ed organizzative

1.         Si proseguirà e consoliderà la programmazione dell’insegnamento secondo una metodologia che tende a sviluppare tutte le potenzialità dell’alunno, coinvolgendolo nelle scelte didattiche e strumentali e portandolo quindi ad essere protagonista del suo sapere.

2.         Le esercitazioni orali e scritte verranno eseguite durante l’orario scolastico. Si assegneranno, per il fine settimana, dei compiti o dei ripassi per dare la possibilità alle famiglie di rendersi conto dell’attività svolta e del grado di autonomia raggiunto dagli alunni.

3.         Suddivisione funzionale dell’orario.

4.         Articolazione flessibile delle attività del gruppo classe.

5.         Attività e metodologie messe a punto per il SUCCESSO FORMATIVO di ogni alunno: LARSA, iniziative per il recupero e il sostegno, didattica laboratoriale, cooperative learning, problem solving, utilizzo della Lavagna Interattiva Multimediale.

6.         Strumenti di valutazione: conversazioni, elaborati, schede, esercitazioni individuali.

7.         Collegamento con gli altri ordini di studi presenti nell’Istituto.

8.         Momenti di condivisione e di apertura della scuola alle famiglie: Concerto di Natale, Festa di Primavera, Tre Giorni finale, Spettacoli di fine anno, Microfestival della Letteratura, Gare sportive all'Arena Civica


Scelte di gestione

 

1.        Collegialità

2.        Contitolarità con parità di ruolo di tutti i docenti del team

3.        Corresponsabilità degli insegnanti nella programmazione, attuazione e verifica

4.        Partecipazione a commissioni deliberate dal Collegio dei Docenti

5.        Incontri tra docenti per l’ideazione e l’attuazione di progetti (vedi specifiche iniziative sperimentali)

6.        Incontri scuola-famiglia     

7.        Colloqui individuali

8.        Incontri in occasione di particolari manifestazioni

9.        Collaborazione con agenzie esterne (ASL, WWF, COMUNI, PROVINCIA, FAI, AICS…)

10.          Incontri con specialisti per il progetto rivolto alle famiglie “Crescere insieme ”

.


MAPPA DEI SERVIZI OFFERTI

 

Strumentali: Servizi di supporto alla didattica

 

Portineria

 

Pulizia

 

Manutenzione ambiente e materiali

 

Gestione Iscrizioni

 

Amministrazione

 

Segreteria Amministrativa

 

Segreteria Didattica

 

Formazione Orario

 

Formazione Classi

 

Medico Scolastico

 

Sicurezza

 

Attività Didattica


Complementari: servizi che migliorano l’offerta formativa

 

Accoglienza e socializzazione

 

Refezione, merenda intervallo mattina e post-scuola

 

Pre – scuola

 

Post – scuola

 

Fornitura libri di testo

 

Uscite didattiche/ Gite / Scuola natura/ Viaggi d’istruzione

 

Settimana Bianca

 

Aggiornamento Docenti

 

Iniziative Sportive

 

Iniziative di sostegno

 

Informazione Famiglie

 

Incontri periodici con specialisti dell’educazione

 

Servizio scuolabus

 

Servizio pedibus

 

Attività extra scolastiche

 

Scuola estiva

 


Servizi di sostegno all’attività didattica

 

Accoglienza e socializzazione

· Open day: ha come obiettivo quello di far conoscere l’offerta culturale, i servizi, le attività e la struttura della scuola.

· Festa dell’accoglienza: il primo giorno di scuola per i bambini che iniziano la loro esperienza nella Scuola Primaria.

· Gita di socializzazione: la prima uscita dell’anno ha sempre come obiettivo la socializzazione dei bambini.

 

Servizio di refezione

L’Istituto è attrezzato con una propria cucina e garantisce una corretta ed equilibrata alimentazione. Durante la refezione e il successivo momento ludico gli alunni sono seguiti da un’educatrice che ha anche il compito di collaborare attivamente con gli insegnanti di classe da un punto di vista didattico.

 

Pre-scuola

Il servizio di pre-scuola prevede l’accoglienza e l’assistenza da parte di un insegnante dalle 8 alle 8.25.

 

Post-scuola

Il servizio di post scuola prevede un’assistenza dalle 16.15 alle 18.15 con attività ricreative organizzate.

 

Servizio Scuolabus

E’ organizzato un servizio di trasporto alunni, sia di mattino sia di pomeriggio, con scuolabus.

 

Servizio pedibus

Per agevolare le famiglie, evitando loro l'ingresso nell'area C, é organizzato un servizio di accompagnamento alunni dal luogo di ritrovo a scuola (sia di mattino sia di pomeriggio).

 
Libri di testo

I libri di testo sono forniti direttamente dalla scuola.

 

 

 

Escursioni e viaggi d’istruzione

Un valido contributo all’azione formativa è fornito da:

· visite didattiche in città

· escursioni e gite di un’intera giornata (gita d'inizio e di fine anno scolastico)

· viaggi culturali di più giorni

· partecipazione a Scuola Natura

 

In occasione del Carnevale Ambrosiano, l’Istituto organizza la settimana bianca per gli alunni delle classi 3^, 4^ e 5^. Lo scopo di tale iniziativa è quello di offrire l’occasione di frequentare una scuola di sci e favorire l'autonomia e la socializzazione.

Durante quella settimana la scuola rimarrà aperta secondo il calendario scolastico previsto. L’attività didattica sarà limitata ad esercizi di ripasso, così da permettere alle famiglie, che lo ritenessero opportuno, di organizzare un eventuale periodo di vacanza.

 

Iniziative sportive

Tutte classi partecipano alle gare di atletica organizzate da AICS per le scuole di Milano.

 

Attività di approfondimento

Le attività didattiche vengono integrate, quando opportuno, con momenti di approfondimento quali visite didattiche, per favorire la conoscenza del territorio e del suo patrimonio artistico e storico, visite a musei, mostre e ad avvenimenti culturali e didattici proposti dal territorio.

 

Interventi a favore di alunni in difficoltà

All’interno dell’attività scolastica saranno predisposti percorsi differenziati in relazione ai tempi, ai modi ed alle difficoltà d’apprendimento dei singoli bambini. Qualora fosse necessario, saranno organizzate attività di rinforzo e di recupero all’interno della classe. Nel caso di necessità di recupero in seguito a periodi di assenza prolungata, di inserimento di alunni durante il corso dell’anno scolastico, di inserimento di bambini stranieri o di necessità di colmare lacune preesistenti, sarà possibile usufruire di un sostegno individuale al di fuori dell’orario scolastico. La scuola si avvale della consulenza di una specialista esterna per l'individuazione di eventuali difficoltà di apprendimento. All'interno del corpo docente è prevista una "Commissione Inclusione".

 

Informazione alle Famiglie

Gli insegnanti di prima incontreranno i genitori in un periodo precedente l’inizio dell’anno scolastico.

Per tutte le altre classi, gli incontri saranno alla presentazione della programmazione e per la consegna della scheda di valutazione con scadenza quadrimestrale .

Gli insegnanti saranno anche a disposizione dei genitori, previo appuntamento.

La direzione è sempre disponibile ad incontrare le famiglie per approfondire temi relativi all’andamento scolastico e ad aspetti educativi, anche per agevolare i genitori che, per problemi di lavoro, si trovano in difficoltà ad incontrare gli insegnanti.

 

Incontri con specialisti dell’educazione

Nel corso dell’anno saranno proposti degli incontri con specialisti per una fattiva collaborazione con le famiglie: “Crescere insieme”. Tali appuntamenti vogliono offrire un momento di discussione guidata per confrontarsi con altri genitori su temi dell’educazione, approfondendo alcune tematiche ad essa legate. Gli argomenti da trattare possono essere suggeriti al proprio rappresentante nel Collegio di Istituto.

 

 

Attività curricolari extrascolastiche

Gli alunni che lo desiderassero possono iscriversi a corsi di calcetto, minibasket, laboratorio teatrale, corso di hip hop, taekwondo, ukulele che si terranno al termine delle lezioni nei locali della scuola. Inoltre è possibile frequentare il corso di nuoto presso la Piscina di Via Conca del Naviglio e il corso di atletica presso la Società Atletica Riccardi (Arena Civica). Per questi ultimi corsi è previsto l’accompagnamento da parte del personale della scuola.

 

Attività estive

Alla chiusura dell’anno scolastico, durante il mese di giugno e la prima settimana di luglio, la scuola organizza alcune “settimane di gioco” nelle quali i bambini possono svolgere, con i docenti dell’Istituto, attività ludico-sportive, artistiche e ricreative. anche in lingua inglese,

 

Registro on line

E' attiva una sezione riservata del nostro sito in cui i nostri docenti compilano il proprio registro personale: l'accesso consentito ai Genitori, tramite apposite credenziali, consente di visionare "in tempo reale" gli argomenti svolti durante le lezioni, compiti assegnati, voti ed assenze da scuola. Tale canale consente anche la prenotazione dei colloqui individuali con gli insegnanti e contiene funzioni di messaggistica.


Progetti Scuola Primaria 2017/ 2018

 

Insegnamenti

 

Anche nel corrente anno scolastico l’insegnamento verrà programmato secondo una metodologia che tende a:

·                     favorire la conquista dell’autonomia ;

·                     promuovere “l’imparare ad apprendere”;

·                     formare “un alunno che sa fare e sa diventare con quello che sa”.

 

Un obiettivo che la nostra scuola si è posta nella stesura di questo progetto e persegue da sempre è quello di proporre una presenza a scuola dell’alunno che non superi le trenta ore curricolari. A tal fine si prevede che, sotto la diretta guida dell’insegnante di riferimento, l’esecuzione di esercizi di consolidamento e delle lezioni sia svolta interamente a scuola, ad eccezione dei compiti che verranno assegnati solo per il fine settimana. La metodologia di studio da noi applicata e consolidata in anni di esperienza, permette al bambino di acquisire un metodo di studio e sempre più responsabilità ed autonomia individuali. Ciò consente, inoltre, agli insegnanti di rendersi conto in prima persona delle eventuali difficoltà dei propri allievi senza attendere il momento delle verifiche e di intervenire tempestivamente.

 

Informatica

 

Lo strumento informatico è diventato ormai imprescindibile dai percorsi di apprendimento. Grazie alle risorse strumentali a nostra disposizione siamo in grado di strutturare un laboratorio informatico che permette a tutti gli alunni di operare con il computer, visto come supporto complementare e funzionale alle conoscenze.

 


Scienze motorie in L2

 

Nel nostro Istituto viene data rilevanza all’attività fisica per uno sviluppo psicomotorio degli alunni e per favorire la collaborazione e il rispetto dell’altro mediante esperienze ludico-sportive.

Tali obiettivi sono raggiunti attraverso due ore settimanali di scienze motorie.

Inoltre, per educare i ragazzi ad una sana competizione, nel corso dell’anno scolastico si aderirà ad iniziative di carattere sportivo organizzate, a livello cittadino, dagli enti locali (COMUNE, CONI), o dalle associazioni sportive, durante le quali potranno gareggiare con coetanei di altri Istituti.

Per migliorare la capacità di comunicazione degli alunni in situazioni di normale vita scolastica, l’attività motoria viene svolta in lingua inglese.

 
Arte e Immagine

 

Da anni nella nostra scuola l’educazione all’immagine è curata da insegnanti specialisti che, in accordo con le maestre di ciascuna classe e in collegamento con le altre discipline, predispongono attività finalizzate al conseguimento delle competenze espressive e comunicative.

Partendo dalla naturale tendenza del bambino ad usare il mezzo disegno-coloristico quale prima forma di comunicazione, l’alunno potrà così acquisire gli strumenti per sviluppare e potenziare le capacità creative, di osservazione, di lettura e di rielaborazione e rappresentare in modo proprio i contenuti dell’esperienza tramite la conoscenza e l’uso delle varie tecniche disegno-coloristiche, grafiche, plastiche anche attraverso una didattica laboratoriale.

 

Musica

 

L’educazione al suono ed alla musica è affidata ad un insegnante specialista che avvia gli alunni ad una formazione musicale attraverso ascolto, attività ludiche ed all’approccio allo strumento musicale. Tale educazione assume in questo senso maggior valenza formativa, poiché offre al bambino un ulteriore canale di comunicazione e uno strumento di indagine della realtà.

 
Cultura religiosa

 

L’indirizzo cattolico dell’Istituto prevede l’insegnamento della religione e la collaborazione con i Sigg. Genitori per quegli aspetti formativi legati all’Insegnamento Religioso. L’impostazione laica e non confessionale, d’altro lato, fa sì che questo aspetto sia affrontato in modo da permettere la partecipazione anche a chi non sia cattolico lasciando alle famiglie la scelta di un eventuale esonero tramite apposita richiesta alla Direzione all’atto dell’iscrizione che andrà rinnovata annualmente.

 

 Cittadinanza e Costituzione

 

L’educazione alla Cittadinanza viene promossa attraverso esperienze significative che consentano di apprendere il concreto prendersi cura di se stessi, degli altri e dell’ambiente e che favoriscano forme di cooperazione e di solidarietà.” (dalle Indicazioni Nazionali)

 

La nostra scuola intende favorire la presa di coscienza della necessità di stabilire delle regole a tutela delle differenze, dei diritti fondamentali e della legalità; si vuole contribuire alla conoscenza di importanti strumenti in difesa dei diritti e della convivenza civile quali la Costituzione Italiana e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

 

 

Progetto bilinguismo - Strengthening of learning English project

 

Per quanto riguarda la lingua straniera (Inglese) l’Istituto Leopardi, già dal 1984, ha un’impostazione che punta al bilinguismo e si avvale di un team di insegnanti madrelingua e docenti specializzati nell’insegnamento della lingua Inglese in collaborazione con la New English Teaching.

 

Il docente madrelingua, oltre al proprio compito linguistico, collabora con gli altri insegnanti nell’ambito della programmazione di classe con le unità di apprendimento e nei momenti di socializzazione (concerto di Natale e spettacolo di fine anno).

 

L'impostazione di questo progetto prevede che già dal 1° anno della Scuola Primaria l’alunno si accosti alla L2 affrontando un nuovo codice linguistico in modo semplice e naturale, comprendendo e comunicando in situazioni molto semplici e in contesti a lui noti..

 

Impostazione che prosegue, come riconosciuto dal British Council durante le sessioni di valutazione esterna, tramite un rafforzamento della L2 in tutte e quattro le abilità. Lo spirito di innovazione, che ci ha sempre ispirato, ci ha spinto ad avviare una nuova stagione di proposte, iniziato quattro anni fa nella nostra Scuola dell’Infanzia con il progetto Natural Learning English.

 

Sulla base delle indicazioni tratte dalle sperimentazioni fatte negli scorsi anni, abbiamo consolidato la ristrutturazione del progetto per la scuola primaria. Il progetto chiamato Strengthening of learning English project si caratterizzerà per l’incremento delle ore di lezione con lingua inglese, il potenziamento della presenza di docente madrelingua e per le modalità di apprendimento di discipline in lingua inglese, progetto che vedrà la sua piena realizzazione con il corrente anno scolastico con il coinvolgimento di tutte le classi.

 

 Esso prevede il mantenimento della parallela curricolare preparazione agli esami esterni di certificazione che i nostri studenti hanno sostenuto fin di primi anni del suo avvio, nel Giugno del 1997, presso la sede del British Council di Milano ed oggi somministrati nella nostra sede (Starters, Movers, Flyers, ed a regime del progetto, Ket School), utili sia ad acquisire una più sicura padronanza delle 4 abilità fondamentali (LISTENING-SPEAKING-READING-WRITING) sia per la convalida riconosciuta del livello di apprendimento raggiunto, sia per la crescita personale che si acquista nella capacità emotiva nell'affrontare un esame.

Il progetto utilizza una metodologia finalizzata a "usare una lingua per apprendere" nello svolgimento delle attività didattiche all'interno delle materie curricolari.

Per le cinque classi, l'attività motoria verrà svolta, durante le due ore curricolari, in lingua inglese alle quali si aggiungeranno, in terza, quarta e quinta, due ore relative all'insegnamento di scienze.

 

Libri di testo Lingua Inglese

 

I libri utilizzati saranno suggeriti dalla New English Teaching ed editi dalla Cambridge University.

La collana “Super Minds” (6 volumi) è formata da: Student's book, Grammar Practice e 2 cd che accompagnano i bambini nel loro percorso scolastico. Gli obiettivi di tali libri sono:

 

  • sviluppare il potenziale nella comunicazione e produzione in L2;
  • incoraggiare, tramite racconti e modalità CLIL, ad esplorare i valori sociali;
  • permettere agli alunni di riflettere sui loro comportamenti in situazioni simili;
  • preparare gli studenti a superare gli esami Starters, Movers, Flyers e KET School.

 

Inoltre, per la preparazione degli esami di Cambridge la NET si avvale di materiale (Activity Pack, Starters, Movers, Flyers, KET School) messo a disposizione dall’Università di Cambridge.

Il conseguimento dei certificati viene inserito nel Piano Studi della Scuola Primaria dell'Istituto Leopardi, grazie all'avanzato progetto linguistico che fissa il primo livello Starters al termine della classe seconda; il secondo livello Movers al termine della classe quarta e Flyers o KET School per la classe quinta.

 

Dal 2015, l'Istituto Leopardi è diventato sede degli esami di Cambridge e da giugno 2017 è stato riconosciuto come "Cambridge International School".

 

Obiettivi raggiunti grazie agli esami Cambridge:

 

STARTERS

-          Conoscere nomi di vocaboli di uso quotidiano

-          Rispondere a domande personali molto semplici

-          Rispondere scrivendo una sola parola a domande base

 

 

MOVERS

 

-          Capire istruzioni base in inglese

-          Compilare un semplice questionario o rispondere a domande su sé stessi

-          Rispondere a domande o scrivere dati semplici (come giorni della settimana,orari , nomi) che hanno letto o ascoltato in una storia per bambini

 

FLYERS

 

-          Spiegare le differenze tra due storie o due immagini

-          Scrivere o raccontare una storia in inglese

-          Porre domande e utilizzare il past tense.

 

 


Progetti educativi

 

La scuola intende promuovere nel corso dei cinque anni progetti educativi per favorire e consolidare corretti atteggiamenti di vita.

Nell'anno scolastico 2017-18, s'intende coinvolgere gli alunni nel progetto

“On the road” che avrà come tema trasversale il viaggio.

Il viaggio, infatti, rappresenta un percorso di crescita, di conoscenza e di cambiamento arricchito da incontri, relazioni e contrasti.

Finalità

v  Lavorare per un progetto comune.

v  Accrescere la capacità di osservazione.

v  Sviluppare le competenze comunicative.

v  Sviluppare abilità espressivo – creative.

v  Conoscere se stessi e promuovere la conoscenza dell’altro.

Ogni docente affronterà e svilupperà il progetto, all’interno delle classi,in base alle fasce d’età e ai propri ambiti educativi.

 

 

Micro festival della letteratura

 

Il Micro festival della letteratura, vedrà impegnati Scuola dell'Infanzia, Scuola Primaria e Secondaria di primo grado. Gli alunni, i genitori, e i cittadini saranno invitati a venire a scuola, dove avranno la possibilità di vedere, toccare, sfogliare moltissimi libri grazie anche alla collaborazione dei genitori, delle librerie e delle case editrici. Gli alunni potranno partecipare a laboratori interattivi adatti alle diverse fasce d'età, anche in lingua inglese.

 

“Mi Merito”

 

Il progetto “Mi Merito” è finalizzato a suscitare nei bambini l’entusiasmo e l’impegno auto migliorativo. In occasione delle valutazioni periodiche, verrà consegnato ai bambini di ciascuna classe un segno distintivo che riconosca in modo evidente l’impegno profuso nel dare il meglio di sé, non solo sul piano del rendimento scolastico, ma anche per aver sviluppato qualità di carattere sociale come lo spirito d’iniziativa, il comportamento, la cura dei propri spazi, la buona volontà, il progresso in lingua inglese e la disponibilità dimostrata verso i compagni,in una equilibrata mediazione tra sana competizione e riconoscimento della buona volontà dell’individuo.

 

Progetto giornalino

 

Intende essere un mezzo di informazione sulla vita scolastica, valido strumento complementare alla lingua italiana attraverso la progettazione di testi di vario genere, all’utilizzo degli strumenti informatici, alla fattiva collaborazione tra gli alunni. Le edizioni del giornalino verranno realizzate on line.

 

Festa di Primavera

 

È tradizione della nostra scuola trovare un momento di incontro con le famiglie, organizzato in un sabato pomeriggio, per vivere la scuola in modo festoso. In tale occasione bambini e genitori saranno coinvolti in attività ludiche alle quali seguirà un momento conviviale.

 

 

Progetto spettacolo

 

Il progetto ha la finalità di portare alla scoperta delle potenzialità espressive e comunicative del corpo, privilegiando i canali della drammatizzazione, della gestualità e dell’espressione corporea e strumentale.

Sono ormai tradizione del nostro Istituto gli appuntamenti di Natale e di fine anno scolastico.

 

Oltre la classe

 

Negli ultimi giorni dell’anno scolastico la scuola invita i genitori a condividere in maniera speciale i momenti conclusivi di tutte le attività: saggio di musica, del laboratorio teatrale , dimostrazione del corso di calcio, di basket, takewondo e di hip-hop, mostra sul progetto dell’anno, gare sportive, saluto ai ragazzi di quinta.

 

 

 

 

Uscite didattiche

 

Per tutte le classi è prevista, sia all’inizio, sia alla fine dell’anno scolastico, la partecipazione a gite legate alla programmazione curricolare.

Inoltre, durante l’anno scolastico, ogni classe prevede altre uscite didattiche per approfondire gli argomenti svolti (musei, teatro, mostre..)

Ciò favorirà la socializzazione e l’autonomia .

Per sensibilizzare gli alunni al rispetto e all’amore per l’ambiente naturale, senza interrompere la continuità degli studi, vengono proposte iniziative di “Scuola Natura” in collaborazione con il Comune di Milano, con il WWF e altri enti a partire dalla classe seconda.

 

 

Progetto accoglienza

 

Rilevante importanza viene data all’accoglienza degli alunni che iniziano il percorso scolastico nella Scuola Primaria ed a tutti quelli che entrano a far parte della nostra comunità.

Il primo giorno di scuola diventa così una giornata significativa di festa che vuol accogliere bambini e famiglie per iniziare insieme un nuovo anno scolastico.

 

Progetto scacchi

 

La scuola si avvale della collaborazione della Federazione Scacchistica Italiana, Associazione dilettantistica, Accademia Scacchi Milano. Il corso inizia a partire dalla classe terza con un minimo di 12 ore tenute da istruttori federali in compresenza con gli insegnanti della scuola.

Le finalità del progetto sono sviluppare le capacità deduttive, formulare le ipotesi e risolvere i problemi. Inoltre, il gioco degli scacchi migliora l’autocontrollo, il rispetto per l’avversario e l’autostima.

Alla fine del corso, si terrà all’interno della scuola un torneo. I vincitori potranno partecipare ai Campionati Studenteschi Regionali.

 

Inserimento nuovi alunni

 

Gli alunni, che si dovessero inserire nel corso dei cinque anni, verranno prioritariamente sottoposti a test d'ingresso per accertare il livello di conoscenze (anche per quanto riguarda la lingua inglese), al fine di aiutarli nell’inserimento attraverso una programmazione personalizzata che permetta loro di raggiungere in breve tempo il livello di apprendimento della classe.

 


Piano educativo personalizzato per alunni diversamente abili - (Inclusione)

 

La nostra scuola accoglie alunni diversamente abili riservandosi di analizzare la diagnosi funzionale che fornisce un quadro realistico e completo del bambino.

Se le risorse risulteranno idonee, si valuterà il suo inserimento nella classe.

Tale offerta punta a consentire il pieno sviluppo delle potenzialità di ciascuno, coinvolgendo nel processo di integrazione tutte le componenti: docenti, alunni, genitori.

Per ciascun alunno la scuola, in collaborazione con gli specialisti del servizio sanitario, predispone un “Piano Educativo Individualizzato” (P.E.I.) e un Piano Didattico Personalizzato (P.D.P.), strumenti indispensabili per un intervento articolato e mirato. Le attività si svolgono normalmente all’interno della classe ove l’alunno è inserito. Nei momenti di passaggio da un ordine di studi all’altro, le insegnanti contatteranno i docenti, per favorire la continuità didattica ed educativa degli alunni.

 

PROGETTO INCLUSIONE

 

Il progetto inclusione ( P.I ) nasce dalla necessità di garantire a tutti gli alunni il successo formativo, valutandone tutte le diversità ( plusdotati, quelli che presentano svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento o disturbi evolutivi, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perchè appartenenti a culture diverse). Il P.I è volto a garantire le priorità di Istituto indicate nel POF:

·         prevenzione del disagio;

·         promozione del successo formativo attraverso azioni volte all'inclusione degli alunni portatori di bisogni educativi speciali;

·         attenzione alle dinamiche relazionali e alla dimensione comunicativa tra docenti, famiglie ed alunni.

 

Finalità

 

·         garantire il diritto all'istruzione e i necessari supporti agli alunni;

·         ridurre i disagi formativi ed emozionali;

·         assicurare una formazione adeguata e lo sviluppo delle potenzialità;

·         valorizzare le differenze per trasformarle in risorse;

·         adottare forme di verifica e di valutazione adeguate;

·         sensibilizzare e preparare gli insegnanti e i genitori nei confronti delle problematiche legate ai DSA;

·         porre attenzione alle specifiche difficoltà degli alunni e ai diversi stili cognitivi.

 

Strategie di intervento

 

·                riconoscere i bisogni e le problematiche degli alunni con BES ( D.M 27/12/12);

·                favorire la piena integrazione degli alunni in difficoltà, monitorando le specifiche problematicità di ciascuno per ridurre lo svantaggio scolastico;

·                individuare strategie educativo-didattiche diversificate (cooperative, laboratoriali-esperienziali) per garantire il successo formativo e una valutazione adeguata ai casi, tenendo conto soprattutto dei percorsi e non solo dei risultati;

·                predisporre eventuali strumenti compensativi (PDP);

·                fare acquisire gradualmente un efficace metodo di studio e una buona autonomia di lavoro a casa;

·                aggiornare il collegio docenti sull'evoluzione della normativa di riferimento sui BES, DSA e inclusione.

 

Verifica e valutazione del Piano dell’Offerta Formativa

 

L’efficacia dei progetti sarà valutata e verificata periodicamente considerando il tipo di risposta e di partecipazione degli alunni e il raggiungimento degli obiettivi educativo-didattici previsti.

 


Verifica Progetti anno scolastico 2016/17

 

Tutti i progetti sono stati sviluppati e portati a termine con buoni risultati.

 

 

Istruzione domiciliare

 

Nel caso dovessero verificarsi situazione di assenze superiori a 30 giorni a causa di gravi patologie che impediscono la frequenza della scuola, l’istituto prevede un progetto di assistenza didattica, sia nel caso di degenza ospedaliera, sia nel caso di degenza domiciliare, nell’ottica di riconoscere agli studenti malati il diritto-dovere all’istruzione, anche a domicilio, al fine di proseguire il percorso di apprendimento e facilitarne il suo successivo reinserimento nella classe.

 

II genitori che dovessero trovarsi in tale situazione potranno, secondo quanto stabilito dalle recente disposizione dell’Ufficio Scolastico della Regione Lombardia (Prot. N. MIUR AOODRLO 70751 del 28 agosto 2012) richiedere un concorso finanziario al progetto. Le modalità in dettaglio della procedura si possono reperire nel sito http://www.hshlombardia.it.

 


REGOLAMENTO SCUOLA PRIMARIA

 

Come ogni società esistente, anche quella scolastica richiede il rispetto di regole chiare e precise che assicurino efficienza e produttività al suo lavoro e permettano il conseguimento degli obiettivi prefissati dal Progetto Educativo di Istituto.

 

Da questa premessa nasce il Regolamento interno della Scuola Primaria:

 

NORME RELATIVE AGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA

 

1)         INGRESSO NELLA SCUOLA E IN AULA:

 

_       PEDIBUS h. 8.00-8.10 presso il punto di ritrovo prestabilito

 

-          PRESCUOLA DALLE h. 8.00: le famiglie che volessero usufruire di tale servizio sotto l’assistenza di un docente, accompagneranno i bambini in salone, lasciandoli direttamente all'insegnante incaricata per l'assistenza.

-          ORARIO D'INGRESSO h. 8.25: tutti gli alunni verranno accompagnati nelle classi dall’insegnante della prima ora. INIZIO LEZIONI h.8.35. Dopo 3 ritardi nell'arco di quindici giorni, i bambini, in seguito a un preavviso alla famiglia per la richiesta della dovuta collaborazione, non saranno ammessi in classe alla prima ora, ma dovranno attendere l'inizio della seconda ora, sotto la cura della direzione, svolgendo una attività didattica.

-           

Al fine di un regolare svolgimento delle lezioni si richiede la massima puntualità.

 

I genitori non possono accedere ai corridoi e tantomeno alle classi stesse, senza una preventiva autorizzazione della direzione.

 

Eventuale materiale dimenticato, dovrà essere lasciato in segreteria e verrà consegnato ai bambini durante l'intervallo.

 

-          ORARIO DELLE LEZIONI: Mattino dalle h. 8.35 alle ore 12.30 con intervallo di 15 minuti tra la 2° e la 3° ora. Pomeriggio dalle 14.15 alle 16.15 con possibilità di post-scuola fino alle ore 18.15 per chi ne facesse richiesta o in caso di ritardo occasionale del genitore o di chi ne fa le veci.

 

-          ORARIO REFEZIONE: dalle ore 12.30 alle ore 13.15 circa. Durante la refezione gli alunni saranno seguiti da alcuni educatori che proseguiranno la propria assistenza con attività ludiche fino alle 14.15.

-          POSTSCUOLA FINO ALLE h 18.15: i bambini che usufruiranno di questo servizio, anche saltuariamente, saranno accolti nella palestrina e assistiti da un docente. Il genitore o la persona che ritira il bambino è invitato a rimanere al post-scuola non oltre 5 minuti, al fine di agevolare la gestione degli spazi. Le persone delegate al ritiro del bambino dovranno presentare il pass agli insegnanti presenti.

 

 

-                PERMESSI D'USCITA FUORI ORARIO: gli studenti non possono lasciare la scuola prima del termine dell'orario scolastico ufficiale e durante gli intervalli, se non dietro richiesta scritta sull’apposito spazio nel libretto delle giustificazioni, motivata da un genitore o da chi ne fa le veci.

 

_          Al termine delle lezioni, l'uscita degli alunni avviene ordinatamente sotto la vigilanza degli insegnanti accompagnando le classi nei luoghi di ritrovo prestabiliti e comunicati ai genitori.

 

-                PERMESSI D'ENTRATA FUORI ORARIO: gli studenti saranno ammessi in aula solo con giustificazione sull’apposito libretto.

 

In caso di entrata o uscita fuori orario i genitori accompagneranno e/o aspetteranno i propri figli in segreteria (durante la pausa pranzo, in portineria).

 

-          Dopo le 16.15 le classi saranno chiuse a chiave dagli insegnanti e gli alunni non potranno accedervi per nessuna ragione.

 

-          Alle ore 16.15 i bambini non potranno uscire dall’Istituto fino all’arrivo di un genitore o di chi fosse in possesso di delega con pass; in caso di ritardo, i bambini dovranno aspettare in palestrina assistiti dall’insegnante del post-scuola.

 

 


2) USO E CONSERVAZIONE DEL DIARIO E DEL LIBRETTO DELLE ASSENZE

 

Il diario e il libretto servono come tramite ufficiale tra la Scuola e la Famiglia.

Dovranno, pertanto, essere conservati con la massima cura e quanto annotato dovrà riguardare esclusivamente argomenti inerenti all'attività scolastica.

Sul diario dato in dotazione dalla scuola potranno essere indicate annotazioni di merito e di demerito, l'orario settimanale della classe, avvisi, comunicazioni e compiti assegnati.

Si invitano inoltre le Famiglie, nello spirito di collaborazione educativa chiesto nel nostro Progetto d'Istituto, a controllare quotidianamente il diario. Si raccomanda, inoltre, di apporre una firma su ogni annotazione al fine di permettere all’insegnante di verificarne la presa visione.

Vista l’introduzione del registro on line, si invitano le famiglie a prendere visione degli avvisi, delle comunicazioni e delle valutazioni in esso contenute.

 

Il libretto delle assenze è suddiviso in due parti: la prima riservata alle giustificazioni delle assenze e la seconda per gli eventuali permessi d'entrata o d'uscita fuori dell’orario ufficiale.

La compilazione deve essere effettuata in maniera chiara e completa in tutte le sue parti da un genitore o da chi ne fa le veci.

La consegna della giustificazione dovrà essere puntuale al rientro dello studente. Il libretto delle assenze dovrà essere riportato a casa il giorno stesso.

 

-          ASSENZE: ogni assenza sia antimeridiana che pomeridiana dovrà essere giustificata sull'apposito libretto e consegnata in Direzione entro la prima ora .

-           Nella giustificazione per malattia superiore a 4 giorni (comprese le giornate festive), deve essere espressamente riportata la dicitura “NON AFFETTO/A DA MALATTIE INFETTIVE”.

 

3) COMPORTAMENTO

 

Ogni studente è tenuto ad un comportamento civile, leale, rispettoso ed educato, anche nel linguaggio, nei confronti dei propri compagni, del personale docente e non docente.

 

Al termine delle lezioni, gli studenti dovranno lasciare le aule in ordine; il venerdì porteranno a casa il materiale didattico necessario per lo svolgimento dei compiti insieme al grembiule e all’asciugamano.

 

Durante le lezioni gli alunni dovranno indossare il grembiule. Si raccomanda, inoltre, un abbigliamento adeguato all’ambiente scolastico.

 

Durante le lezioni di scienze motorie gli alunni dovranno indossare la tuta dell’Istituto ed inoltre, in occasione delle uscite didattiche, è richiesto l’uso del cappellino dell’Istituto al fine di facilitare il controllo da parte degli insegnanti.

 

 

La valutazione relativa al comportamento, registrata sia nelle valutazioni periodiche che nelle pagelle, è collegiale e terrà conto dei seguenti parametri.


GRIGLIA DI CORRISPONDENZA VALUTAZIONE COMPORTAMENTO

 

 

AUTOCONTROLLO E COMUNICAZIONE

 

RISPETTO DELLE REGOLE

 

PARTECIPAZIONE E IMPEGNO

 

GESTIONE DEL MATERIALE

 

ESECUZIONE DEI COMPITI A CASA

 

VOTO

Il suo comportamento è corretto, collaborativo e solidale con tutti, compagni ed insegnanti

È costante nell'osservare le regole della vita e dell'ambiente scolastico (anche nei momenti non strutturati)

Si impegna con serietà e vivo interesse partecipando alla vita scolastica con contributi personali pertinenti, utilizzando le corrette modalità di intervento

È SEMPRE in grado di gestire il proprio e l’altrui materiale scolastico e ne ha cura. Ha cura dell’ambiente in cui lavora.

È SEMPRE puntuale nell'esecuzione dei compiti a casa .

 

10

Il suo comportamento è corretto e disponibile con compagni ed insegnanti

Generalmente rRiconosce e rispetta le regole della vita e dell'ambiente scolastico (anche nei momenti non strutturati)

Si dimostra motivato, segue con attenzione e interviene in modo generalmente appropriato alle attività proposte

È in grado di gestire il proprio e l’altrui materiale scolastico e ne ha sostanzialmente cura. Ha cura dell’ambiente in cui lavora.

È puntuale nell'esecuzione dei compiti a casa.

 

9

Il suo comportamento è vivace QUASI SEMPRE corretto nei rapporti interpersonali

Rispetta QUASI SEMPRE le regole della vita e dell'ambiente scolastico e talvolta con SUPERFICIALITA'

È QUASI SEMPRE costante nell'impegno e nella partecipazione alle attività proposte

È QUASI SEMPRE in grado di gestire il proprio e l’altrui materiale scolastico e ne ha sostanzialmente cura. Ha QUASI SEMPRE cura dell’ambiente in cui lavora.

È QUASI SEMPRE puntuale nell'esecuzione dei compiti a casa.

 

8

 

NON SEMPRE riesce ad instaurare rapporti rispettosi con compagni e/o insegnanti

NON SEMPRE rispetta le regole della vita e dell'ambiente scolastico

NON SEMPRE si interessa e partecipa alle attività proposte, a volte disturbandole.

NON SEMPRE è in grado di gestire il proprio e l’altrui materiale scolastico e non sempre ne ha cura. NON ha SEMPRE cura dell’ambiente in cui lavora.

NON SEMPRE è puntuale nell'esecuzione dei compiti a casa.

 

7

FATICA ad assumere un comportamento corretto e rispettoso con compagni e/o insegnanti

NON RISPETTA le regole della vita e dell'ambiente scolastico

Partecipa alle attività didattiche in modo essenziale, necessita di SOLLECITAZIONI continue e/o di essere seguito costantemente. Spesso è causa di disturbo.

Necessita di continue SOLLECITAZIONI per gestire il proprio e l’altrui materiale scolastico ed averne cura. NON ha SEMPRE cura dell’ambiente in cui lavora.

NON E' puntuale nell'esecuzione dei compiti a casa.

 

6

Manifesta OSTILITA' nei confronti di compagni e/o insegnanti

E' OPPOSITIVO

nel rispetto delle regole della vita e dell'ambiente scolastico

NON PARTECIPA alle attività didattiche disturbandole

NON è in grado di gestire il proprio e l’altrui materiale scolastico e NON ne ha cura. NON rispetta l’ambiente in cui lavora.

NON E' MAI puntuale nell'esecuzione dei compiti a casa.

 

5

 


4) RAPPORTI INSEGNANTI / FAMIGLIE

Ogni comunicazione sia da parte dell'Insegnante che della Famiglia dovrà essere annotata sul diario.

 

-          FARMACI: l'insegnante non può somministrare alcun medicinale. Nello spirito della collaborazione tra docenti e geni­tori e per la sicurezza dei bambini, si invitano i genitori a non affidare agli studenti alcun farmaco, senza informare preventivamente i docenti che valuteranno la situazione e, nel caso di necessità, di seguire le procedure previste dalla ASL e compilare il modulo di richiesta che potrà essere ritirato in segreteria, con allegato certificato medico.

 

         ALIMENTI: in conformità con la normativa vigente, non sarà possibile portare a scuola per festeggiamenti durante la ricreazione e/o refezione torte o altri alimenti, se non confezionati industrialmente e/o di pasticceria.

 

         COLLOQUI INDIVIDUALI I giorni e gli orari di ricevimento degli Insegnanti saranno comunicati all'inizio dell'anno scolastico. Gli Insegnanti riceveranno i genitori nel periodo stabilito, previo appuntamento da prendere tramite registro on line. Verranno fissati i tempi di apertura dei colloqui pur mantenendo la costante disponibilità nei casi di necessità.

 

-        Si invitano le Famiglie, nello spirito di collaborazione educativa, a non sostare per colloqui con i docenti prima della salita e dopo la discesa delle classi. In caso di situazioni particolarmente urgenti, avvertire la segreteria che si premurerà di avvisare l'insegnante e di renderlo disponibile nell'immediato.

 

         RIUNIONI CON I GENITORI:

- Giugno: incontro genitori delle classi I.

- Settembre/Ottobre: incontro genitori classi I, II, III, IV, V.

- Gennaio: consegna valutazione quadrimestrale .

- Giugno: consegna valutazione finale.

 

DELEGHE: le famiglie possono delegare persone terze al ritiro del proprio figlio. Le deleghe (massimo tre) sono da presentare su foglio bianco con la specifica dei dati della persona delegata, unitamente alla fotocopia di un documento di identità.

Le persone delegate verranno munite di pass da presentare agli insegnanti al momento dell'uscita del bambino.

In caso di uscita con genitori dei bambini della classe o della scuola non occorre delega formale, ma sarà sufficiente la semplice comunicazione scritta sul diario.

 

 

NORME GENERALI

 

1)    L'Istituto si attiene al calendario scolastico stabilito dal Ministero e dalla Sovrintendenza Scolastica Regionale.

 

2)    L'Istituto, pur usando la massima vigilanza, non risponde di eventuali ammanchi o guasti a capi di vestiario, oggetti o libri appartenenti agli studenti.

 

4)    Non può frequentare la scuola chi non é in regola con i documenti

 

5)    Non può frequentare le varie attività scolastiche chi non é in regola con i pagamenti all'amministrazione.

 

***************************

 

 

COMUNICAZIONI

 

Si invitano i genitori a rispettare le scadenze relative alla consegna di permessi e pagamenti riguardanti specifiche attività scolastiche (foto, uscite, documentazione per le gite).


Segreteria

 

Orario di apertura della segreteria:

                                                       

·    per il pubblico (sede centrale via del Carroccio 9):

         dal Lunedì al Venerdì: dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17

         al Sabato: dalle 9 alle 12

 

·    per il pubblico (sede via Arena):

         dal Lunedì al Venerdì: dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 16.30

 

 

Contatti

 

 

Sede Centrale via del Carroccio 9 - Telefono / Fax               0289409732 - 0289405789

 

Via Arena 13 – Telefono  0289403480 - 0289403317

                               Fax         0289404392

 

Sito web                    www.istitutoleopardi.it

 

Posta elettronica:     Istituto                    info@istitutoleopardi.it

                                    Segreteria             segreteria@istitutoleopardi.it

 

                                    Direttrice                patrizia.vicentini@istitutoleopardi.it

                                    Direttore di Sede marco.pasolini@istitutoleopardi.it

                                    Rettore                   roberto.pasolini@istitutoleopardi.it

 


Certificazione di Qualità

 

 

Il nostro Istituto ha voluto distinguersi anche in questo campo inserendosi nel numero di scuole che possono vantare questo riconoscimento che rappresenta un ulteriore canale d'accesso ai programmi europei ed all’accreditamento regionale.

La certificazione di qualità offre una garanzia in più di ottimizzazione del servizio all'utente, cioè allo studente e alle famiglie e spinge tutti gli operatori della scuola a ricercare un miglioramento nel servizio offerto.

La Certificazione di Qualità ISO 9001/UNI EN ISO 9001 - Ed. 2000 “per l’erogazione di servizi di istruzione scolastica elementare, media e superiore”, rilasciato dall’ente certificatore SGS - SINCERT, ottenuta nel luglio 2003 e confermata negli ogni anno, è frutto dell’impegno di numerosi docenti e delle presidenze che, suddivisi in gruppi, si sono alternati nella frequenza di corsi preparatori ed hanno collaborato alla stesura delle diverse “procedure di qualità" relative ai vari ambiti e servizi che permetteranno una puntuale verifica ed autocorrezione, a garanzia della qualità offerta.

Il documento base, in cui viene presentata la Politica della Qualità del nostro Istituto, qui sotto riportata, dove viene descritto il Sistema di gestione per la Qualità, è il Manuale della Qualità, un documento che inquadra l’insieme delle attività svolte e nel quale sono definite l’organizzazione e le aree nell’ambito delle quali si applica il Sistema di gestione della Qualità.

Il Manuale della Qualità è a disposizione di tutto il personale, ma è anche visionabile, a richiesta, dalle famiglie.

 


POLITICA PER LA QUALITA

 

L’Istituto Leopardi interpreta la Qualità come strumento utile per sviluppare strategie globali attraverso un costante contributo innovativo di idee e programmi; in tale contesto mira a migliorare le proprie prestazioni ponendosi traguardi sempre più ambiziosi in termini di Qualità, servizio, rilievo sociale, il tutto nel rispetto del fine generale del sistema scolastico Italiano:

 

IL CONSEGUIMENTO DELLO SVILUPPO ARMONICO DELLA PERSONALITA’ DELLO STUDENTE

 

La Politica della Qualità dell’Istituto Leopardi è suddivisa in tre punti:

·   obiettivi

·   strumenti operativi

·   strumenti di controllo

 

OBIETTIVI

 

L’Istituto Leopardi intende essere, per gli studenti, per le loro famiglie e per tutte le parti interessate, un punto di riferimento qualificato per l’individuazione dei bisogni formativi in funzione dell’evoluzione del mercato e per la conseguente attuazione delle attività didattiche. Per conseguire tali finalità la gestione delle attività dell’Istituto viene attuata applicando il Sistema di Gestione per la Qualità.

Il Sistema si realizza con azioni organizzative e tecniche, applicate in modo sistematico, pianificato e documentato, aventi i seguenti obiettivi:

·   ottenere la soddisfazione del cliente attraverso il monitoraggio costante del servizio offerto, rilevato mediante appositi moduli di valutazione;

·   ottimizzare il binomio costi-benefici per operare competitivamente sul mercato;

·   realizzare servizi di formazione caratterizzati da:

-   disponibilità di aiuto agli studenti, attraverso la costruzione di un rapporto personale

-   introduzione e mantenimento di stimoli orientati verso obiettivi dinamici di miglioramento del servizio

-   attenzione agli aspetti sociali;

·   conduzione del processo formativo nel rispetto dei regolamenti emessi dagli Organi superiori.

 

Strumenti operativi

Allo scopo di raggiungere gli obiettivi prefissati vengono adottate misure atte a:

 

·   razionalizzare la modalità di erogazione del servizio e il flusso delle informazioni, con particolare attenzione all’aggiornamento dei docenti di prima nomina;

·   pianificare particolarmente le seguenti attività:

individuazione dei bisogni formativi, progettazione dell’intervento, reperimento risorse (interne ed esterne), miglioramento e/o riprogettazione;

·   motivare e sensibilizzare il personale in merito a:

obiettivi di qualità dell’Istituto, rispetto dei ruoli loro assegnati, rispetto delle procedure e istruzioni di lavoro, applicazione delle prescrizioni dell’Assicurazione Qualità.

 

Strumenti di controllo

L’Assicuratore della Qualità, allo scopo di verificare l’efficacia del sistema medesimo, dispone dei seguenti sistemi di controllo:

 

·   verifiche ispettive interne sul sistema e sulle modalità di erogazione del servizio;

·   verifiche ispettive esterne da parte dell’Ente di Certificazione e/o da Enti autorizzati su sistemi e processi.

·   Monitoraggio dei processi attraverso l’analisi degli indicatori.